Cos’è un Agente in Attività Finanziaria: requisiti e differenze con i promotori

L’agente in attività finanziaria viene visto come un’alternativa al promotore finanziario, sebbene tra queste due “categorie” ci sono in realtà delle notevoli differenze, non da ultima quella della possibilità di poter essere iscritto nell’apposito elenco, istituito e gestito presso l’OAM con sede a Roma, come società anche di capitali (mentre il promotore finanziario è un professionista che può essere solo una persona fisica).

In entrambi i casi si deve superare un esame, che differisce a seconda che si rientri negli agenti in attività finanziaria come persone fisiche o società (vedi anche Prestito Felice).

Definizione e competenze

Come si comprende dal nome l’agente in attività finanziaria è un “soggetto” che può svolgere attività di promozione fino all’eventuale conclusione di contratti di finanziamento (o relativi all’emissione di carte di pagamento), e di tutti i servizi accessori ad essi collegati (vedi anche Cartaattiva Agos).

Per svolgere questa attività di intermediazione, più ristretta e specifica rispetto a quella dei promotori finanziari (che possono anche includere le competenze degli agenti stessi) hanno bisogno di un mandato diretto da parte di finanziarie, Istituti di credito, ecc.

L’attività può essere inoltre svolta come monomandatari (quindi vendita di prodotti di un solo mandante) oppure plurimandatari anche se sempre dello stesso Gruppo. E’ importante specificare che comunque il testo normativo, in taluni casi espressamente indicati nell’art.128-quater, comma 4 del TUB, concede la possibilità che l’agente possa assumere due ulteriori mandati. Inoltre questa limitazione non è in applicata agli agenti nei servizi di pagamento.

Per ogni tipo di mandato sono specificate le caratteristiche dell’offerta stessa, per permettere ai potenziali fruitori o acquirenti di poter avere delle indicazioni chiare. Per avere invece la certezza di avere rapporti con un agente abilitato è sufficiente andare a leggere gli appositi elenchi sul sito dell’OAM.

Opportunità di lavoro

Per diventare agenti bisogna essere almeno diplomati, e comunque aver seguito un corso di formazione professionale (che generalmente viene offerto dalle società per le quali si lavora oppure dagli Istituti mandanti), e non svolgere attività non compatibili con quelle legate alla sfera finanziaria.

Una volta compreso cos’è un agente in attività finanziaria, e quali solo le attività svolte in via principale o accessoria, visto e considerato che nella maggioranza dei casi il guadagno deriva da provvigioni (con commissioni prefissate), prima di interessarsi alle proposte dei ‘Lavora con noi’, sempre abbastanza frequenti, si deve considerare l’attitudine personale alla vendita e la mancanza, soprattutto nelle fasi iniziali, di un reddito mensile stabile.