Barclaycard Classic: caratteristiche e convenienza

I grandi cambiamenti che stanno riorganizzando gli assetti societari del gruppo Barclays, si sono fatti sentire in primis per il comparto riservato al collocamento delle carte di pagamento. Tra queste la Barclaycard che ha avuto lo spostamento del proprio official site all’interno di quello di Barclay.

Dal punto di vista dei titolari delle carte già emesse non vi è invece alcun cambiamento, rimanendo valide le condizioni già esistenti. Nello specifico, la Blarclaycard classic si inserisce nel segmento più basso delle varie versioni di credit card collocate dal noto marchio di origine inglese, non rinunciando però al pacchetto di coperture assicurative, che protegge gli acquisti e i contanti anticipati con prelievo a sportello Atm (entro i massimali prestabiliti). Il circuito è Visa.

Commissioni fisse e variabili

La Classic rientra tra le card base, per cui è stata operata la scelta di non applicare alcun canone, tanto alla versione principale che a quella aggiuntiva. Può essere usata sia come carta con rimborso a saldo che nella versione revolving. Non sono previsti cossi fissi, ma commissioni per acquisti in valuta diversa dall’euro e per l’anticipo contante (4% a partire da un minimo che varia a seconda della zona in cui viene effettuato) mentre nel caso di anticipo in conto corrente la commissione è dell’1%. Infine è applicata la commissione di rifornimento (77 centesimi per importi pari o superiori ai 100 euro).

Tipologia
Carta di credito a saldo con opzione revolving
Circuito
Visa
Versioni
Classica
Quota associativa
0,00 euro
Spese di gestione
n.d.
costo prelievo n.d.
Tasso
n.d.
Commissione anticipo contante
4,00% (min. 0,52€ in zona Ue e 5,16€ extra Ue)
Commissione conversione valuta
Tra l’1% e il 2%
Modalità di rimborso
Rid bancaria
Plafond
Personalizzabile
Data rilevazione
15 Febbraio 2016
Società emittente
Barclaycard

 

Torna a Confronto carte revolving.

Vai alla Guida carte revolving