Bonus mobili giovani coppie e bonus arredi – Le novità 2016

Ogni anno, chi deve effettuare una ristrutturazione e conseguente ammodernamento, cambio o acquisto di mobilio, si deve rapportare con le possibilità che il Fisco offre loro per poter recuperare una parte della spesa sostenuta tramite il bonus mobili.

Questo tipo di agevolazione fiscale infatti a differenza del bonus sulle ristrutturazioni (per il quale possono cambiare le aliquote ma la cui esistenza non è in discussione) non può essere dato per scontato, non avendo acquisto un carattere strutturale e andando avanti tramite rinnovi annuali (per il 2015 sul 2014 e per il 2016 fino al 31 dicembre).

Quindi per l’anno in corso quali sono le condizioni e i requisiti per ottenere la detrazione tanto per il bonus mobili giovani coppie che quello accessibile a tutti?

Requisiti necessari

La prima precisazione da fare è che il bonus mobile generale, accessibile a tutti coloro che eseguono lavori di ristrutturazione straordinaria ed eventualmente i condomini a seguito di lavori anche di ristrutturazione ordinaria ammessi dalla normativa, non è cumulabile con quello previsto in modo più specifico per le giovani coppie che può essere utilizzato solo a seguito di acquisto di un’abitazione principale.

L’Agenzia delle Entrate ha stilato una guida per evitare che si creasse confusione sui requisiti e sulle modalità di accesso, per entrambe le situazioni. Nel dettaglio quindi bisogna che si abbiano come condizioni oggettive:

  • pagamento dei mobili di arredo (esclusione degli elettrodomestici) con bonifico o carta di pagamento;
  • acquisto dell’abitazione per le giovani coppie (che deve diventare l’abitazione principale entro e non oltre il 2017);
  • inizio lavori di ristrutturazione successivi al 26 giugno 2013.

Alcuni requisiti soggettivi sono invece previsti, quali condizioni minime specifiche, solo per le giovani coppie, e nel particolare è richiesto che:

  • siano coppie coniugate o conviventi da almeno tre anni con possibilità di dimostralo;
  • almeno uno dei due membri della coppia deve essere un under 35 anni.

Entità e modalità della detrazione fiscale

Gli acquisti che rientreranno nel bonus mobili permettono un recupero, in 10 tranche, per il 50% del loro importo, entro la cifra massima che è di 10 mila euro per quello generico e 16 mila euro per quello destinato invece alle giovani coppie.

Guida

Torna alla pagina principale Guida ai finanziamenti agevolati.