Borse di studio Inps ex Inpdap 2015: istruzioni per l’uso

Ogni anno l‘Inps (ex Inpdap) mette a disposizione un numero variabile di borse di studio, il cui importo viene modificato di anno in anno. Di norma ci sono bandi differenti (per il 2015 la pubblicazione è stata fatta nel mese di ottobre) a seconda del livello di formazione, dalla scuola secondaria a quella dell’università, fino a corsi di specializzazione post laurea, master, anche di tipo professionale.

Per conoscere le caratteristiche e le eventuali novità introdotte sui requisiti, oltre che sugli importi che vengono concessi a parziale copertura delle spese sostenute, bisogna riferirsi ogni anno al suddetto bando attivo.

Requisiti per presentare domanda di partecipazione al bando

Possono fare domanda (che va preferibilmente presentata sfruttando il canale telematico) coloro che sono iscritti o pensionati come dipendenti pubblici, iscritti alla Gestione Unitaria o Magistrale, che hanno figli (vi rientrano anche gli orfani di questi titolari del diritto) che seguono un percorso di studi dalla scuola secondaria in poi (vedi anche Prestiti tra familiari). Agli alunni è richiesto di non essere indietro di oltre un anno, e di aver ottenuto nell’anno precedente la promozione (vedi anche Ho bisogno di soldi). Inoltre è richiesto l’Isee. L’assegnazione delle borse di studio avviene sulla base delle graduatorie.

Come consultare i bandi

Dalla fine di settembre in poi è necessario consultare spesso la sezione presente sul sito dell’Inps “Concorsi e Gare” e quindi entrare nel menu laterale alla voce di “Formazione Welfare”. Una volta aperto il menu bisogna scegliere la voce “Bandi Attivi” e vedere se ci sono delle novità nella sezione legata al percorso di studi che i propri figli stanno affrontando (secondaria, universitaria, master ecc).

Se è presente una voce di riferimento (come il Programma Itaca per gli studenti che vogliono fare il percorso di formazione all’estero, oppure il Supermedia per chi segue il percorso di studi secondario), bisogna aprire la dicitura corrispondente e quindi ‘cliccare’ quella relativa ai dettagli. Qui è riportato l’intero regolamento, che specifica i requisiti, il numero delle borse di studio Inpdap disponibili, l’importo messo a disposizione per ciascuna, i requisiti Isee e, se previsto, la media minima richiesta del rendimento scolastico, la tempistica di presentazione della domanda, ecc.

Finanziamenti Finalizzati Inpdap