Cambiavalute e convertitori online di valuta

I cambiavalute sono quei soggetti (persone fisiche o giuridiche) che svolgono un’attività di negoziazione a pronti di strumenti di pagamento in valuta. I soggetti abilitati a svolgere questa funzione sono coloro che risultano registrati ed iscritti all’apposito Registri OAM.

È importante sottolineare che questi soggetti sono obbligati periodicamente a trasmettere le informazioni in merito alle operazioni svolte all’ OAM: questo aspetto rende più agevoli i controlli e le indagini penali soprattutto in tema di riciclaggio di denaro e, considerata l’attuale situazione di instabilità politica e sociale mondiale causata dalle correnti religiose estremiste, a porre un freno ai finanziamenti ai gruppi terroristici.

Come si diventa Cambiavalute?

Per svolgere questo tipo di attività bisogna essere Registrati al portale OAM ed iscritti all’apposito Registro dei Cambiavalute.

La Registrazione ha come obiettivo quello di concedere l’utilizzo dei servizi informatici: da tale procedimento non si genera alcun obbligo contributivo o relativo a flussi informativi.
I soggetti registrati al portale OAM potranno quindi compilare la domanda per l’iscrizione nel registro: solo quando tale procedimento sarà concluso saranno validi gli obblighi informativi.

I requisiti per l’iscrizione

I requisiti previsti dall’OAM sono i seguenti:

  • Persone fisiche: essere in possesso della cittadinanza italiana , di altro Stato dell’UE o di un paese avente i requisiti previsti dal decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286;
  • Persone giuridiche: avere sia la sede legale che amministrativa in Italia, oppure per i soggetti comunitari con una stabile organizzazione nel nostro paese.

Vedi anche I requisti per diventare Agente in Attività Finanziaria.

Molto spesso chi digita sul motore di ricerca “cambiavalute” in realtà non è interessato a tale figura professionale, bensì al semplice servizio di conversione valutaria: quindi ad esempio ricerca il cambio attuale EUR/USD od ancora GBP/USD. In questo caso si potranno utilizzare gli appositi convertitori online.

Convertitori online: utili per privati e aziende

Su siti come Yahoo o concorrenti, si trovano sempre dei tool gratuiti che consentono una facile conversione da una valuta indicata ad un’altra scelta (vedi anche Simulazione rata prestito). Si tratta ovviamente di servizi generici, che offrono delle indicazioni spot e che possono essere utilizzate per avere un’idea approssimativa sulla quantità di denaro da portarsi in un viaggio all’estero, conoscendo il potere di acquisto della propria, ecc.

Se invece si ha bisogno di un servizio più specifico, e professionale, con l’accesso a veri e propri database, utili per chi svolge attività commerciale con l’estero, allora ci si può rivolgere a dei siti specifici. Tra questi uno dei più importanti è XE.com che offre informazioni sui tassi di conversione incrociati, i tassi commerciali con le valute estere, possibilità di trasferire denaro ecc.

Un convertitore online che si presenta più completo rispetto ai meri calcolatori, ma meno complesso rispetto a quello di XE, considerando comunque anche l’andamento storico, con grafici e strumenti di supporto a possibili scelte di acquisto o conversione per un investimento, è Oanda.com. In generale, la consultazione del servizio di informazione come cambiavalute non prevede l’applicazione di costi.

Cambiavalute tradizionali: costi variabili e non sempre trasparenti

Altro significato accomunato al termine cambiavalute riguarda gli apparecchi automatici per la conversione presenti soprattutto negli aeroporti e nelle zone portuali: oggi è sempre più difficile trovare questi dispositivi perché sono le stesse banche a svolgere questa funzione.

Al cambio sono applicate delle commissioni che, nel caso di quelli ‘ufficiali’ presenti nei punti strategici delle città o delle banche, devono essere esposti e riportati sulla ricevuta che viene rilasciata al momento della conversione della valuta con quella corrente.

Questo servizio (in tal caso in maniera accessoria) può essere svolto anche dagli sportelli che si occupano di trasferimento di denaro all’estero. In questi casi si possono avere problemi proprio sulla trasparenza delle commissioni applicate alla conversione, che tra l’altro mancano anche di una certa omogeneità. Si possono trovare in grandi città come Roma e Milano, ma anche Trieste, Palermo, ecc.