Condizioni economiche di carta Flexia l’optional revolving di Unicredit

Che cosa si può desiderare dalla propria carta di credito? Che sia flessibile, versatile, e anche economica. La carta Flexia Unicredit ha sicuramente le prime due caratteristiche, mentre per l’ultima ci possono essere opinioni discordanti (così come si evince dai pareri espressi in numerosi forum), a seconda del significato che si attribuisce al significato di “economico”, alla luce dei servizi di cui si potrà usufruire.

Costi e caratteristiche della carta Flexia di Unicredit Banca

La carta Flexia viene emessa in numerose versioni (come la First, la Giovani, la Wwf), e nella sua versione Classic prevede un contributo annuale di gestione di 35 euro. Il plafond con cui la carta può essere dotata va dai 1000 ai 5000 euro. Come anticipo contante si va dai 250 euro giornalieri a un massimo di 500 euro mensili.

Per la gestione delle spese effettuate mensilmente, trattandosi di una carta di credito optional revolving, si può decidere se pagare in tutto o in parte la spesa, il mese successivo, a saldo, oppure optare per un rimborso rateale, rispettando degli importi minimi di rata. Questi variano a seconda dell’importo da pagare a rate (pari, ad esempio, a 50 euro per rimborsi fino a 1000 euro per arrivare a 400 euro nel caso di importi fino a 5000 euro).

Anche per la durata della rateizzazione ci sono dei limiti, con periodi che possono essere di 3, oppure 6, 10, 12, 15 (fino a un massimo di 20 rate) legati ancora una volta all’esborso compiuto. La scelta della durata del frazionamento condiziona il costo complessivo del finanziamento, che può arrivare in termini di costo globale (o Taeg) oltre il 18%. Per esercitare la scelta di rateizzazione si possono usare numerosi canali: dall’atm evoluto al numero verde, home banking oppure anche da agenzia.

Carta Flexia Unicredit come funziona e convenienza

Se si decide di usarla come carta di credito a saldo, non si deve fare nulla. Invece quando si vuole rateizzare una spesa, bisogna, come accennato, contattare uno dei canali preposti, e vedere quale è il piano di rimborso possibile. Quindi dal 5 del mese successivo, sulla spesa rimborsata a saldo, viene aggiunto l’importo della rata scelta, che andrà progressivamente a ripristinare il plafond disponibile (solo per la quota capitale). Per ridurre i costi, è preferibile frazionare solo importi medio-elevati (scendendo al di sotto della soglia del 13% di taeg).

Tipologia
Carta di credito optional revolving
Circuito
Visa e Mastercard
Versioni
Classica, First, Wwf, Gold
Quota associativa
35 euro
Spese di gestione
n.d.
costo prelievo n.d.
Tasso
TAN 13,90% TAEG dal 7,31% fino al 19,14%
Commissione anticipo contante
4,00% (min. 2,50 euro)
Commissione conversione valuta
1,75%
Modalità di rimborso
rid bancaria
Plafond
dai 1000 ai 5000 euro
Data rilevazione
19 Marzo 2015
Società emittente
Unicredit

 

Torna a Confronto carte revolving o Carte revolving Unicredit.

Vai alla Guida carte revolving