Preventivo online immediato prestito con cessione del quinto dello stipendio o pensione : calcolo, tassi taeg e rata

La cessione del quinto dello stipendio e della pensione incontra un’ampia adesione grazie ad alcuni aspetti che lo rendono molto allettante, e tra i quali spiccano:

  • la possibilità di ottenere delle somme medio-alte a titolo di prestito personale rimborsabili in tempi medio lunghi;
  • l’accesso al credito per categorie generalmente estromesse dai prestiti personali come cattivi pagatori e soggetti protestati.

Per questa ragione, oltre alla maggior parte delle banche e delle finanziarie principali, molte società finanziarie si sono specializzate nella erogazione di prestiti sotto forma di cessione del quinto dello stipendio. Ma non sempre si tratta di offerte veramente valide, e soprattutto in sede di preventivo bisogna fare alcune valutazioni preliminari.

Meglio i preventivi scritti e conformi alle forme di legge

Molte finanziarie e praticamente tutte le banche online (come ad esempio Findomestic) che prevedono tra i finanziamenti la cessione del quinto consentono di effettuare un preventivo on line. Tuttavia molto spesso si tratta di tools che permettono di fare delle simulazioni molto approssimative, od al limite delle semplici risposte alla compilazione di form sulla fattibilità della pratica.

Proprio per tale ragione abbiamo realizzato un calcolatore della cessione del quinto che consente, con un’accuratezza certamente maggiore rispetto a quelli che solitamente si trovano sul web, di formulare il valore della rata, il tempo e l’importo massimo richiedibile.

Attenzione!
Invece i preventivi validi sono quelli che indicano tutti i dati principali quali: tasso Tan, Taeg, costi di gestione della pratica (anche annuali), incasso rid, spese di istruttoria, costi dell’assicurazione obbligatoria per premorienza e perdita del posto di lavoro.

Tutti i dati devono essere riportati in modo chiaro, con le varie voci separate. Inoltre deve essere riportato anche il capitale totale, con indicazione separata degli interessi, che verranno restituiti alla scadenza del piano di ammortamento scelto (tra i 60 e le 120 mensilità).Tale preventivo non è comunque quasi mai immediato ed anche l’erogazione del finanziamento normalmente richiede dei tempi non brevi.

Attenzione ai tassi di interesse

La liberalizzazione in ambito finanziario ha portato alla proliferazione di tantissime società finanziarie, molte delle quali erogano proprio cessioni del quinto dello stipendio, sottolineando che si sono specializzate verso cattivi pagatori e protestati.

Bisogna fare massima attenzione di fronte a queste proposte dato che la cessione del quinto è sempre aperta a tutti i lavoratori dipendenti a tempo indeterminato senza alcuna esclusione per cattivi pagatori e protestati, per volontà del legislatore.

Spesso viene trasmesso questo genere di messaggio per spingere le persone ad accettare tassi eccessivamente elevati. Inoltre bisogna considerare che se si aderisce alle convenzioni stipulate dall’Inps o dai propri enti di appartenenza, allora non si andrà incontro a tassi molto elevati, e comunque inferiori ai tassi anti-usura, mentre per queste società, extra convenzioni, non si hanno garanzie e, proprio per questo, in fase di preventivo bisogna controllare scrupolosamente che i tassi siano inferiori alla soglia di usura stessa.

Come valutare la convenienza?

In questa direzione può essere utile fare un esempio pratico, che troviamo con la banca Ubi. La concessione della cessione del quinto avviene tramite la sua finanziaria, Prestitalia spa, ma ciò non comporta alcuno scostamento dalla politica incentrata sulla chiarezza e trasparenza dei costi che questa Banca adotta con tutti i suoi prodotti.

Nel particolare sono due i prodotti che rientrano nella cessione del quinto, ovvero Creditopplà Relax, destinata ai pensionati, e il Creditopplà Quinto che invece è pensato tanto per i lavoratori dipendenti di aziende pubbliche che private. In questi due prodotti troviamo però sia i vantaggi che sono legati alla convenzione Inps (ovviamente per la versione Relax) che la differenza di trattamento economico che si applica a seconda che il richiedente sia un lavoratore pubblico o privato.

Osservando più nello specifico le condizioni applicate vediamo che:

  • per il Creditopplà Relax non è previsto alcuna spesa di istruttoria, ma solo le spese di incasso delle rate pari a 1,61 euro. I tassi variano a seconda dell’età dei pensionati, andando da un 6,50% per i sessantenni a 7,90% per quelli settantenni, e 9,9% per quelli di età superiore;
  • nel Creditopplà Quinto, i Tassi sono 7,20% per i dipendenti pubblici 11,20% per quelli privati, ed è prevista una commissione come spese di istruttoria del 3% fino a un massimo di 2000 euro. In entrambi i casi non sono imposte cifre massime, che dipenderanno solamente dalla quota cedibile della pensione o dello stipendio.

Se prendessimo questi tassi e li mettessimo a confronto con le piccole finanziarie, che per approvvigionarsi usano le grandi banche, o addirittura collocano i loro prodotti applicando dei costi di intermediazione, diventerebbe ancora più evidente quanto sia più conveniente risalire sempre alla fonte del prodotto. Ovviamente, se ciò venisse riportato sul preventivo, non sarebbe possibile apprezzarne la convenienza, a meno di effettuare gli opportuni confronti.

Può essere molto utile dare un’occhiata anche alla sezione sempre più ricca di promozioni di Unicredit, che ha rivoluzionato la sezione dedicata proprio alla cessione del quinto.

Perché proprio Unicredit? Perché rappresenta una delle più grandi realtà bancarie in Italia. E’ inoltre naturale constatare che la maggioranza delle piccole finanziarie e mediatori finanziari collochino proprio i suoi prodotti, ma non alle stesse condizioni.

Ad esempio la cessione del quinto effettuata direttamente con Unicredit prevede il servizio di consulenza e preventivo gratuito, con una risposta sulla fattibilità in sole 4 ore, ed una recente promozione a tassi bassissimi per i dipendenti pubblici che decidano di richiedere la cessione del quinto con essa entro la fine del 2016 (un tan di soli 5,3%). Per i pensionati i tassi si aggirano intorno al 7% e comunque per i dipendenti privati siamo sotto all’11%.

Polizze assicurative: cosa guardare?

Molta attenzione infine va posta anche su eventuali limitazioni per le polizze assicurative obbligatorie, controllando in particolare le ipotesi di esclusione di copertura. Alcune banche prevedono la possibilità di farsene carico a titolo promozionale, ma ci possono essere grandi differenze a seconda dei criteri di rischio che sono stabiliti dalla stessa compagnia di assicurazione.

Tra l’altro bisogna ricordarsi che la cessione del quinto impone la stipula di un’assicurazione Cpi, ma che nel preventivo del finanziamento la banca deve offrire almeno due alternative che non sono e non possono essere vincolanti. Infatti il finanziato ha comunque la libertà di scegliere la polizza che considera più conveniente, anche al di fuori delle proposte della banca, purché conformi alle indicazioni date dall’Ivass.

Conclusioni

Ovviamente il rispetto di tutte le condizioni a monte, e il possesso dei requisiti necessari, non escludono completamente che una domanda di cessione del quinto da parte di pensionati o lavoratori possa essere ugualmente rifiutata, perché possono subentrare valutazioni di altri tipo che non sono quasi mai riconducibili al merito creditizio che può essere attribuito al richiedente stesso. Fortunatamente le condizioni che hanno portato al rigetto di una domanda di cessione del quinto con preventivo e fattibilità sulla carta positivi, possono essere, in molti casi, superate.

In ogni caso, prima di avviare una pratica, è saggio vedere quali sono le limitazioni che l’istituto di credito adotterà, informazioni che non saranno mai indicate nel foglio della cessione del quinto in cui è riportato il suddetto preventivo (come ad esempio se è accettata una cessione non Tfr e quale è l’aumento previsto per la copertura assicurativa, oppure qual è il numero minimo di dipendenti accettati, ecc).

Guida

Torna alla pagina principale Guida alla cessione del quinto.

Menù

Torna alla pagina principale Preventivo online prestiti