Il contratto di prestito e i documenti richiesti

Gli elementi del CONTRATTO DI CREDITO AL CONSUMO

Secondo la normativa del credito al consumo il contratto di finanziamento deve essere redatto per iscritto a pena di nullità e deve contenere i seguenti elementi essenziali:

1. Il nome della banca o della finanziaria che eroga il finanziamento e i dati identificativi del consumatore che lo richiede;
2. L’importo del prestito e le modalità di erogazione;
3. Numero, importo e scadenza delle singole rate di rimborso;
4. TAN e TAEG con il dettaglio delle condizioni secondo le quali possono essere eventualmente modificati;

5. Importo e causale degli oneri esclusi dal calcolo del TAEG;
6. Eventuali maggiori oneri applicabili in caso di mora;
7. Eventuali garanzie richieste;
8. Eventuali coperture assicurative richieste al consumatore e non comprese nel calcolo del TAEG;
9. Modalità di recesso.

La maggior parte di banche e finanziarie, al fine di evitare ogni possibile malinteso, inviano al domicilio dei loro clienti una lettera di conferma nella quale vengono riepilogate con chiarezza e precisione tutte le condizioni applicate.

IL TAEG in tutte le operazioni di finanziamento.

La legge n. 262/2005 (contenete disposizioni per la tutela del risparmio e la disciplina dei mercati finanziari) ha stabilito che il tasso effettivo globale medio deve essere reso pubblico per tutte le operazioni di finanziamento (credito al consumo e non).

Documenti per ottenere un prestito

La normativa antiriciclaggio impone a banche o finanziarie l’obbligo di identificare il cliente richiedendo sempre un documento di identità e il codice fiscale. Per istruire la pratica di finanziamento, inoltre, verranno richiesti almeno i documenti che attestano il reddito.

In ogni caso, per ottenere un prestito possono essere richiesti diversi documenti che variano a seconda della tipologia di prestito e a seconda dei parametri utilizzati da banche o finanziarie per valutare il merito creditizio (vedi ottenere un prestito).

Documenti richiesti per ottenere prestiti personali e finalizzati:

Documenti personali: carta d’identità (o patente) e codice fiscale (in originale).

Documenti attestanti il reddito: busta paga, cedolino pensione, CUD, dichiarazione dei redditi (730 o modello unico se lavoratore autonomo).
Utenze Gas, Luce, Telefono: Copia delle ultime bollette regolarmente pagate.

Documenti richiesti per ottenere la Cessione del Quinto dello Stipendio:

Documenti personali: carta d’identità (o patente) e codice fiscale (in originale).

Documenti attestanti il reddito: busta paga, cedolino pensione, CUD.
Certificato di Stipendio rilasciato dal datore di lavoro.
Benestare del datore di lavoro che si impegna ad effettuare puntualmente i pagamenti mediante trattenuta diretta in busta paga (nel caso di azienda privata, il datore può anche rifiutarsi).

Tutte le informazioni e i documenti richiesti al consumatore servono all’ente finanziatore per valutare la pratica e possono essere comunicati agli enti preposti alla tutela del credito (vedi SIC – Sistemi di informazione creditizia).