Agevolazioni fiscali impianti fotovoltaici: le novità 2015 per le rinnovabili

La convenienza, fino ad un paio di anni fa, veicolata alle energie rinnovabili tramite l’introduzione di varie forme di incentivi (soprattutto da fondi europei) e di agevolazioni fiscali non esiste più, ed il futuro, sia prossimo che un po più distante non preannuncia cambiamenti di rotta.

Gli incentivi sulle energie rinnovabili: una storia ormai sorpassata?

Il sistema di incentivi, previsti dai vari conti energia, ha virato in modo brusco, verso una riduzione delle agevolazioni fino ad allora ottenute, tramite il modello ‘teutonico’ di contributi decalage, che si sono quasi totalmente spenti nel 2012, e praticamente estinti nel 2013. Le uniche forme di “incentivi” rimaste sono sotto forma di contributi a fondo perduto o con tassi agevolati, erogati tramite l’intervento delle Regioni (che quindi dipendono dal tipo di politica che ogni regione intende adottare).

Approfondimento
Per tutti questi aspetti la convenienza dell’installazione di impianti che sfruttano le energie rinnovabili va oramai ricondotta quasi esclusivamente al risparmio che si ottiene, nel corso del tempo, sulla bolletta elettrica e del possibile impatto delle agevolazioni fiscali.

 

Le agevolazioni fiscali per l’installazione degli impianti di energie rinnovabili

Nel 2015 viene confermata la stessa detrazione prevista per l’anno passato, che viene equiparata quindi alle spese legate alle altre forme di risparmio energetico: si può portare in detrazione il 50% della spesa complessiva sostenuta per l’installazione e l’acquisto dell’impianto stesso, che va ripartita in 10 rate.

La sola novità, rispetto allo stesso meccanismo introdotto negli anni passati, che andava incontro a coloro che avessero un’età superiore ai 70 anni con una riduzione di rateizzazione da 10 a 5 anni, è proprio l’eliminazione di questo vantaggio. Indipendentemente dall’età quindi rimane ferma la rateizzazione di 10 rate, da riportare in dichiarazione per tutta la durata del periodo stesso.

Incentivi e agevolazioni fiscali per le imprese e le aziende

Le agevolazioni fiscali riguardano le persone fisiche che installano gli impianti per l’utenza domestica. Per le aziende che optano per questo tipo di esborso, la convenienza invece si riversa completamente sul risparmio legato a minori costi di consumo, e nella possibile partecipazione a forme di finanziamento specificatamente stanziate dalla Ue (anche se di Fondi europei dirottati in questa direzione si ha sempre meno traccia, dando priorità alla ripresa economica stessa).

Guida

Torna alla pagina principale Guida ai finanziamenti agevolati.