Recensione del fido Widiba: convengo i tassi d’interesse?

Il conto Widiba nasce come un conto corrente “tutto in uno”. Quindi con un solo prodotto si hanno bancomat e carte di credito a costo zero, un conto con remunerazione elevata al pari di quella offerta dai conti deposito, e ottima gestione sia da pc che tramite mobile. Tutte condizioni per le quale ci sarebbe da domandarsi non “se aprirlo” ma piuttosto “perché non farlo subito” anche sulla scia di recensioni oggettivamente positive.

Qualche dubbio potrebbe rimanere a coloro che vogliono sentirsi al sicuro potendo sconfinare se necessario senza andare incontro a un vero e proprio salasso. Ma anche per il fido Widiba si conferma come la banca online in grado di dare le risposte più veloci ed anche alle condizioni più vantaggiose.

Condizioni Conto Widiba

Nome Conto
Canone Annuo
Costo carta di credito
Possibilità di avere un Fido Bancario
Conto Widiba
0,00 euro
0,00 euro
Si

Condizioni per ottenere l’affidamento in conto corrente con Widiba

Ovviamente la prima cosa da fare è quella di aprire un conto corrente. Procedura che richiede una manciata di minuti. Non solo, con l’opzione WidiExpress (vedi anche Cambiare banca con prestito in corso), il conto Widiba permette anche di trasferire i rapporti attivi sul precedente conto corrente con un semplice click, ed a tutto il resto ci pensa la banca.

Cosa fare con il fido? Nessun problema perché anche in questo caso le procedure sono online e attivabili all’interno dell’area personale. Tra l’altro le condizioni applicate sono decisamente tra le migliori che si possono trovare anche rispetto a ottimi conti concorrenti. Dobbiamo considerare un solo tipo di commissione e ovviamente gli interessi applicati solo in caso di utilizzo e sulle somme utilizzate.

Costi applicati e tassi di interesse previsti

Per qualsiasi fido si deve sempre considerare oltre agli interessi applicati (spread più tasso di indicizzazione che è generalmente l’euribor a tre mesi) anche la Civ. Per la commissione si avrà un importo dato dall’applicazione dello 0,50% sulla somma accordata (questa al pari di tutte le commissioni di istruttoria veloce sono da pagare trimestralmente). Sugli interessi la situazione è addirittura migliore in quanto si ha l’applicazione di un tasso pari solamente al 7% (a titolo di “spread”) più l’euribor a tre mesi (vedi anche Condizioni rinnovo cessione del quinto).

Per comprendere meglio il costo che si dovrebbe sostenere complessivamente tra applicazione della commissione e gli interessi su un fido di 100 mila euro, il foglio informativo sul fido Widiba fa i calcoli al posto nostro, arrivando in tutto al tasso del 9,02%. Se poi si utilizza la formula del fido widiba garantito allora il tasso si dimezza, passando dal 7% al 3,5% (più ovviamente il valore dell’euribor a tre mesi vigente). Si tratta di importi veramente tra i più bassi, considerato che in media il tasso base parte da valori superiori al 10% per la maggioranza delle banche concorrenti.

Come fare per richiedere il fido?

Ecco un semplice guida pratica per ottenere l’affidamento su un conto Widiba. I passaggi sono i seguenti:

  1. selezionare la voce “apri conto”;
  2. seguire la breve procedura guidata tenendo vicini un documento e un codice fiscale;
  3. una volta che il conto è aperto nell’area personale gestire i tipi di richiesta compresa quella di fido Widiba e la funzione gratuita Widiexpress;
  4. sfruttare la promo Amazon (facile e conveniente da ottenere e utilizzare);
  5. consigliato e non obbligatorio scaricare l’app gratuita Widiba per gestire il proprio conto e le carte in qualsiasi momento sempre a costo zero.

Guida al fido bancario