Prestiti per aprire o rilevare tabaccheria: quali agevolazioni?

Quando si decide di intraprendere la carriera di imprenditore, bisogna mettere a disposizione della futura attività grande spirito di sacrificio e dedizione soprattutto nei primi anni, e sia nel caso in cui si stia pensando di aprire un’attività del tutto nuova, che nel caso in cui si sia deciso di rilevare un’attività già esistente.

Ci sono però delle attività che possono imporre delle limitazioni particolari soprattutto nella ricerca dei finanziamenti, come quello legato alla gestione di una tabaccheria, specialmente quando la vendita di valori bollati e tabacchi avviene all’interno dello svolgimento di un’attività differente, come quella del bar.

Va specificato infatti che mentre non ci sono limitazioni per l’intestazione di un’attività come quella del bar ad una società, nel caso dell’attività legata alla vendita dei tabacchi l’intestazione della licenza rilasciata dai Monopoli va fatta obbligatoriamente ad un soggetto singolo.

I finanziamenti per acquistare una tabaccheria da parte di banche

Un’attività come quella della vendita dei tabacchi permette di determinare con una buona approssimazione il bacino di utenza. Di conseguenza effettuare il calcolo del valore della tabaccheria, sulla base del fatturato, diventa abbastanza agevole.

Tuttavia non esistono dei finanziamenti specifici dedicati a questo tipo di attività, ma bisogna riferirsi ai prestiti che le banche destinano genericamente all’area business.

Le soluzioni possono essere due: il mutuo di liquidità che però richiede un immobile da mettere come garanzia (essendo un mutuo ipotecario), oppure i prestiti per l’avvio o per lo sviluppo di una attività. In entrambi i casi non si può ottenere il 100% della somma totale necessaria (soprattutto nel caso in cui si dovesse decidere di rilevare l’attività).

Finanziamenti a tasso agevolato anche per una tabaccheria?

L’inizio di una attività, specialmente se interessa i giovani, può essere sostenuta da contributi e finanziamenti europei, che possono essere a fondo perduto o con tassi agevolati. Tuttavia i finanziamenti europei, così come quelli regionali ove previsti, non vengono concessi nel caso in cui si voglia rilevare un’attività già esistente, ma solo per la fase di start up, per lo sviluppo o l’ammodernamento delle tecnologie dell’attività stessa.

Insieme a questa tipologia di prestiti agevolati rivolti ai giovani si segnalano spesso quelli legati all’imprenditoria femminile, nella maggior parte gestiti a livello regionale.

Guida

Acquisto attività

Agevolazioni

Associazioni

Prestiti specifici per attività