Destinazioni e condizioni d’accesso del Valore Vacanza Inps: informazioni utili

Gli iscritti ed i pensionati Inpdap possono approfittare, per la propria prole, del Valore Vacanza, un servizio che, tramite concorso, permette ai figli di età compresa tra i 7 e i 17 anni, di fare un soggiorno in una delle mete indicate nel catalogo delle opportunità, che viene pubblicato, e subisce variazioni ciascun anno.

Il bando viene reso noto di norma all’inizio dell’anno in corso (per il 2015 ad esempio la domanda di partecipazione al concorso doveva essere presentata entro il 10 aprile), ed è necessario presentare la domanda online. Inoltre, visto che la quota di partecipazione a carico della famiglia varia sia in funzione delle destinazioni scelte (tra Italia e Europa, ma anche in funzione della durata e del tipo di sistemazione) che dell’indicatore Isee della famiglia, è bene premunirsi con un certo anticipo così da avere la documentazione già disponibile al momento di presentare la domanda.

Requisiti

Indipendentemente dall’anno, ci sono dei requisiti oggettivi invalicabili nella richiesta dell’Inpdap Valore Vacanza:

  • età compresa tra 7 e 17 anni;
  • non aver subito debiti formativi a scuola nell’anno precedente (quindi per il 2016 si parla del periodo scolastico 2014 – 2015), fatta eccezione dei portatori di handicap.

Tipologie di destinazioni

Va tenuto presente che non è l’Inps, così come non era l’Inpdap, ad occuparsi della gestione diretta dei soggiorni, ma si avvale di accordi con operatori specializzati in questo ambito. Per la scelta delle destinazioni si possono avere due situazioni:

  • Italia junior o senior;
  • Europa Junior o senior (con vacanza studio in campus stranieri che possono essere in lingua inglese, spagnolo, francese o tedesco, il che indica chiaramente i Paesi in cui è possibile recarsi).

Per quanto riguarda le fasce di età la suddivisione è data da:

  • junior (quelli di età compresa tra i 7 anni e i 12 anni);
  • senior (dai 12 anni ai 17 anni).

Come presentare la domanda

La prima cosa da fare è quella di controllare le condizioni ed i requisiti riportati nel bando, che indicano anche i posti disponibili (che variano per fasce di età, destinazione in Italia o all’’estero, con in più i posti riservati per i portatori di handicap). Quindi la domanda va presentata telematicamente rispettando i termini di scadenza dello stesso bando.

Una volta fatta la domanda si può consultare lo stato di avanzamento, fino alla pubblicazione della graduatoria. Quindi si passa alla consultazione del catalogo delle opportunità, che riporta i vari soggiorni disponibili (le durate sono da una o due settimane, a tre o quattro), con i relativi costi, date di partenza, caratteristiche del soggiorno e di chi se ne occupa direttamente.

Il tutto è identificato tramite dei codici. Basterà inserire i codici di interesse nell’apposito spazio presente in Scelta preferenze vacanza, che si trova nell’area riservata a cui si accede entrando nei servizi online una volta autenticati. Si possono avere informazioni o chiedere la soluzione di eventuali difficoltà contattando:

  • 803 164 call center (da fisso);
  • 06 164164 (per parlare con un operatore la chiamata va fatta dalle ore otto alle ore venti tutti i giorni tranne il sabato in cui l’orario si ferma alle quattordici);
  • e-mail [email protected]

Finanziamenti Finalizzati Inpdap