Disdire il canone rai: ecco come fare

La tassa di “possesso” che gli italiani pagano meno volentieri è quella rappresentata dal canone rai, che viene considerato un vero e proprio balzello, da sostenere anche se si ha un qualsiasi dispositivo che può ricevere un segnale Tv, che non necessariamente deve essere dei canali Rai.

Ma si può non pagare il canone rai? Una parte della politica, capeggiata in principio da Grillo e da una piccola minoranza, ha cominciato a rendere note le possibili vie che si hanno per non pagarlo legalmente, così da avere una soluzione adatta a ogni anno, quindi valida anche nel 2015 o negli anni futuri.

Come non pagare il canone rai legalmente?

Le statistiche parlano chiaro: alcune persone non ha mai pagato il canone. Può succedere che arrivino delle lettere di invito a pagare, ma queste sono mandate sotto forma di campionature di nominativi, per cui una lettera di sollecito di per sé non significa nulla (la maggior parte delle persone le ignorano, e la percentuali di quella che inizia a pagare è veramente minima). Se invece si è titolari di un abbonamento rai, e non si vuole più pagare, si deve fare la disdetta (vedi anche Finanziamenti a tasso zero).

Come fare la disdetta per non pagare il canone rai?

Ci sono tre possibilità per disdire il proprio ‘abbonamento forzato’ alla Rai e precisamente:

  • disdetta con rottamazione;
  • disdetta con suggellazione (o senza motivazione);
  • cessione del dispositivo.

La disdetta con rottamazione prevede la domanda di disdetta accompagnata da un documento che attesti la rottura irreparabile della Tv. Più sicure e facili sono: la cessione del dispositivo a un’altra persona, comunicandone gli estremi e i dati anagrafici alla Rai, e la disdetta con suggellazione, che ha il costo di 5,16 euro. In questo caso bisogna comunicare alla rai la volontà di disdire l’abbonamento richiedendo la suggellazione della Tv, così da non ricevere più alcun segnale. Le comunicazioni vanno fatte con raccomandata A/R. La procedura prevede che si concluda con l’arrivo di finanzieri che devono suggellare la Tv.

Attenzione
I finanzieri non possono entrare in casa senza l’autorizzazione del proprietario, a meno che non vengano muniti di un regolare mandato rilasciato da un magistrato. Spesso sono i funzionari della rai a presentarsi ai vari indirizzi che fanno richiesta di disdetta senza motivazione, anche se questi, in realtà, non hanno titolo nemmeno per fare la suggellazione.

 

Guida