Finanziamenti per cerimonie: meglio la cessione del quinto od il prestito?

Le forme di prestito per matrimonio o cerimonie solo “nominalmente” rientrano nella categoria dei finanziamenti finalizzati, mentre nella sostanza si tratta di prestiti personali, sia che si scelga di affidarsi alle finanziarie che indicano questo tipo di impiego in modo specifico (come prestito per matrimonio, laurea, cerimonie o battesimi, ecc) che per quelle società di finanziamento che danno delle indicazioni più generiche (come nel caso della categoria “cerimonie”).

Ovviamente trattandosi di un prestito personale nulla impedisce che ci si possa rivolgere direttamente alla propria banca (od a Poste Italiane) od ancora ad uno degli istituti di credito in grado di proporre dei prestiti con condizioni più vantaggiose rispetto a quelle applicate dalle altre banche concorrenti (vedi anche Prestiti Inpdap per matrimonio figli).

Prestiti per matrimonio e cerimonie: fino a 30 mila euro

La moda dei matrimoni con un numero di invitati tale da ‘riempire un ipotetico settore di uno stadio’ è ormai sorpassata, ed anche se è sempre possibile scegliere il tipo di cerimonia più consono alle proprie capacità di spesa, bisogna comunque orientarsi su un esborso di qualche migliaio di euro.

In molti hanno scelto di rinunciare ai regali per ottenere denaro con il quale auto finanziarie almeno una parte delle spese (molto gettonato è l’acquisto di quote del viaggio di nozze), ma per non rinunciare alla festa dei propri sogni, grazie all’accesso ai prestiti personali, è possibile ottenere le somme che servono, senza dover dare alcuna giustificazione di spesa.

Tra le formule di prestito molto usate c’è anche la cessione del quinto, alla quale possono accedere senza problemi i genitori degli sposi (anche pensionati) che vogliono dare un aiuto concreto non solo per il matrimonio ma anche per le prime spese da affrontare per la casa.

Nel caso dei prestiti per matrimoni la somma massima erogabile è generalmente di 30 mila euro, mentre con la cessione del quinto si può andare ben oltre. Invece come tempi di rimborso si parte dai 12 mesi, fino ad arrivare alle 120 rate.

Esempi si finanziamenti

  • Il prestito personale per matrimoni e cerimonie proposto da Findomestic permette di ottenere fino a 60 mila euro, rimborsabili in 120 rate, richiedibile anche online (con Taeg di partenza al di sotto del 7% per 14 mila euro da rimborsare in 5 anni);
  • Agos propone fino a 30 mila euro, con un Taeg medio di poco inferiore all’11% per importi di 10 mila euro;
    tra le banche, Unicredit propone il Credit Express Dynamic, con importi tra 3 mila e 30 mila euro, rimborsi fino a 7 anni e Taeg di poco inferiore al 13% per 20 mila euro da restituire in 5 anni.