Richiedere un prestito per vacanze: finanziaria, banca o agenzia viaggi?

Negli ultimi anni si è consolidata una tendenza utile non solo in un periodo di crisi: quello di poter effettuare la vacanza dei propri sogni, o comunque garantirsi un periodo di meritato relax o divertimento, a seconda delle proprie necessità, senza dover sborsare cifre che portano in rosso il proprio conto corrente bancario, o tali da dover portare a delle notevoli rinunce durante la vacanza o al suo rientro.

Quale? Quella dei finanziamenti destinati alle vacanze ed in generale ai viaggi. I prestiti per la vacanza sono infatti disponibili in diverse formule, erogati direttamente da finanziarie e banche, oppure tramite l’agenzia di viaggi.

I prestiti per le vacanze con le agenzie di viaggi

La crisi del settore turistico ha spinto tantissime agenzie di viaggi, comprese le agenzie prevalentemente online, ad ampliare le tipologie di pagamento della vacanza attraverso le varie possibilità delle dilazioni di pagamento.

Alcune agenzie di viaggio, permettono di suddividere il pagamento in differenti tranche, ma prima che ci sia la partenza bisogna comunque aver saldato la spesa completamente. Altre agenzie invece hanno fatto accordi con banche e finanziarie, ed offrono la possibilità di finanziare ‘in senso stretto’ la propria vacanza.

Si tratta di offerte generalmente buone, che permettono anche di usufruire del tasso zero (ad eccezione di alcune spese fisse di qualche decina di euro), dilazionabili fino ad un massimo di 10 rate. L’aspetto positivo sta nel fatto che il pagamento della vacanza avviene per piccoli importi e non deve essere saldato prima della partenza. L’aspetto negativo invece è legato al fatto che deve essere versato un acconto di tasca propria (che varia dal 10% al 30%).

I prestiti per le vacanze da banche e finanziarie

Gli istituti di credito che prevedono questo genere di prestito, pur indicandolo come un “prestito finalizzato” alla vacanza (a volte le possibilità di finanziamento vengono estese anche ai prestiti per le vacanze studio): li considerano a tutti gli effetti dei prestiti personali, con tassi che in media sono intorno al 10% di interesse.

Il vantaggio sta nel fatto che permettono di finanziare l’intero importo della vacanza, ma il peso degli interessi passivi, anche se spalmato su più rate (di norma fino a 24) non è trascurabile.

Esempi di prestiti

  • I prestiti vacanze di Findomestic, possono essere richiesti comodamente online, e prevedono l’applicazione di un tasso complessivo pari a circa l’11%;
  • Anche Agos offre un prestito per la vacanza, con le stesse condizioni previste per il prestito personale Agos Ducato (con tanto di sconti per le eventuali promozioni);
  • Unicredit nella sua ricca gamma di prestiti personali prevede anche la presenza di finanziamenti per la propria vacanza. In particolare sono adatti il Creditexpress e il CreditDynamic.