Caratteristiche e modalità di accesso alla rateazione di Equitalia

Le più recenti novità legislative hanno portato a dei cambiamenti sulla rateazione di Equitalia, stabilendo che non ci sono particolari limitazioni per potervi accedere, dal momento che è possibile farlo anche se sono stati ignorati gli inviti bonari di pagamento inviati dall’Agenzia delle Entrate. Ci sono due possibili piani di rateazione: quello ordinario (che permette di pagare fino a 72 rate) e quello straordinario (che prevede un numero di rate che possono arrivare fino a 120).

La rateazione straordinaria può essere richiesta da coloro che hanno “comprovate” difficoltà nell’eseguire un rimborso ordinario, e può essere richiesta anche da coloro che hanno in corso una rateazione ordinaria ma hanno difficoltà nel proseguire il piano di rimborso.

Un aspetto, questo da valutare con attenzione per, eventualmente agire rapidamente, considerato che si rischia che la rateazione di Equitalia possa essere decaduta (fatto che accade quando non si pagano 8 rate anche in modo non consecutivo).

Caratteristiche della rateazione ordinaria per persone fisiche e non

Le rate minime non possono essere inferiori a 100 euro. Se si richiede una rateazione per importi inferiori ai 50 mila euro non sono richiesti particolari documenti (sopra a tale cifra bisogna dare prova di difficoltà nel rimborso per questioni economiche che non siano imputabili alla propria responsabilità).

Se si vuole accedere alla rateazione straordinaria bisogna anche dimostrare che sussista il requisito di difficoltà (che si ha quando la rata supera il 20% del reddito mensile così come risulta dall’ Isr dell’Isee) sia per le persone fisiche che per le ditte individuali.

Invece per le aziende la rata deve superare il 10% della produttività mensile (secondo un indice alfa di liquidità che deve essere compreso tra 0,5 e 1). Se la rateazione straordinaria viene rifiutata da equitalia si può passare a a chiedere comunque quella ordinaria, così come si può chiedere una estensione di quella ordinaria se subentrano situazioni che possono farla rientrare in quella straordinaria. Equitalia, se si pagano regolarmente le rate, non può fare né pignoramenti né altre procedure di esecuzione forzata, indipendentemente dagli importi.

Come valutare la rata sulla rateazione Equitalia

Sul sito di equitalia c’è un tool che permette di fare una simulazione per vedere l’importo delle rate che si andrebbero a pagare in funzione della dilazione che si intende richiedere. Normalmente il piano prevede rate costanti per tutta la durata, ma si può chiedere anche un piano a rate crescenti, se si ritiene che la propria situazione economiche migliorerà nel futuro più o meno prossimo.

Per approfondire l’argomento ti consiglio di leggere: prestiti urgenti e possibilità di finanziamento per protestati.