Definizione e funzionamento dello sconto cambiario: come calcolare il ricavo netto

La necessità di ottenere nel breve periodo della liquidità fresca, può essere soddisfatta da un’azienda attingendo ai titoli di credito non ancora scaduti, utilizzando, oltre alla cessione del credito, anche lo sconto cambiario. Infatti come definizione si intende quella operazione con la quale un soggetto A cede le cambiali di un certo ammontare ad una banca, così da monetizzarle ancor prima della loro scadenza (vedi anche Prestiti agevolati Bce).

Costi e commissioni

Per questo servizio la banca applicherà sia una commissione (per il “servizio di incasso svolto”) che un tasso passivo per il cedente (per il servizio di “finanziamento”), per cui lo stesso non otterrà il valore nominale delle cambiali ma il netto ricavo. Quindi nel calcolo della somma esatta che si riuscirà ad ottenere vanno considerate entrambe le voci (commissioni più sconto che è il tasso applicato), che sono condizionate dal tempo che passa dall’accettazione dello sconto da parte della banca alla data in cui la prestazione dovrà essere fatta. Di norma, e per prassi, lo sconto cambiario è pro solvendo, ovvero il cedente non è liberato nel caso in cui il debitore non dovesse pagare.

Procedura, calcolo dello sconto e formula

L’azienda A decide di utilizzare lo sconto cambiario su alcune sue cambiali, al fine di ottenere immediatamente liquidità, ritenendo meno oneroso subire una decurtazione del valore nominale, rispetto all’uso di un’apertura di credito, o la richiesta di un finanziamento (oppure semplicemente perché al momento non è nelle condizioni di farlo).

Quindi si rivolge alla banca B. Questa, prima di accettare il contratto di sconto, fa una breve valutazione sulla esigibilità dei crediti per cui l’azienda sta chiedendo l’anticipo dell’incasso.
Se dà parere positivo, comunica sia l’importo della commissione che va ad applicare che quella dello sconto (la commissione può essere fissa o variabile, mentre lo sconto è sempre in percentuale). La determinazione del tasso dipende dal tempo di anticipazione: tanto è maggiore tanto più sarà elevato.

In sintesi:

  • il netto ricavo (nc) è pari alla differenza tra =valore nominale- le competenze bancarie (=commissioni d’incasso+ sconto);
  • lo sconto cambiario (sc) usa la formula= C (valore nominale delle cambiali)× r (tasso di sconto) × g (giorni che vanno dall’accettazione della banca alla scadenza dei titoli stessi)/36 500.

Altri articoli: Come richiedere un finanziamento online.

Guida

Acquisto attività

Agevolazioni

Associazioni

Prestiti specifici per attività