Prestito d’onore, cambializzato o con pegno senza controllo Crif

Il controllo o visura presso la Crif (centrale rischi) serve alle banche per poter definire il profilo di rischio da associare a un richiedente in base alla sua “credibilità” come cliente affidabile o meno. Maggiore è il rischio, di fronte a una reputazione non proprio impeccabile, e minori sono le possibilità che un prestito venga accordato nelle condizioni e somme richieste, fino ad arrivare alla totale bocciatura della pratica.

Per questo non sono molte le ipotesi in cui si può ottenere un prestito senza che la banca proceda prima al controllo presso la Crif. I pochi casi possono essere rappresentati da: prestito d’onore, prestito cambializzato e prestiti con pegno.

Quello che è evidente che le banche rinunciano a fare valutazioni sulla credibilità e correttezza del cliente quando possono contare su garanzie piuttosto importanti e solide.

Prestiti con prestito d’onore senza controllo Crif

La natura dei prestiti d’onore è molto particolare, in quanto alla banca non interessa se colui il quale ottiene il finanziamento provvederà al pagamento delle rate in quanto l’erogazione delle somme richieste è subordinata alla presentazione di garanzie molto solide da parte di soggetti di norma istituzionali. Avendo la certezza del rimborso, non ha importanza chi onori gli impegni.

Prestiti cambializzati

Si tratta di un contratto molto particolare, in quanto la banca, intesa come filiale e non come gruppo bancario, pattuisce delle condizioni specifiche per erogare un prestito a fronte dell’emissione delle cambiali.

Le cambiali sono titoli di credito immediatamente esigibili, quindi la banca si considera sufficientemente tutelata, e al rimborso di ogni rata provvederà a stralciare la cambiale ad essa collegata.

Prestiti con pegno

Anche per questo genere di finanziamenti l’attenzione viene spostata dalla capacità di rimborso della persona, al valore delle garanzie che può concedere. Quando si chiede un prestito con pegno devono essere concessi beni che hanno una elevata semplicità di essere convertiti in denaro o una veloce commercializzazione.

Le somme erogate sono logicamente di valore inferiore anche fino al 50% rispetto al costo effettivo del bene. Nel caso in cui il debito non fosse onorato, la banca ha così ugualmente la certezza di rientrare ampiamente del capitale prestato.

Menù

Torna alla pagina principale Finanziamenti senza garanzie per disoccupati