Cessione del quinto con Sigla Credit: condizioni e convenienza

Con Sigla Credit si riassumono tutte le tipologie di prestito personale che la società finanziaria, non bancaria, Sigla Srl propone alla propria clientela, tramite l’attività svolta da 80 agenzie che sono dislocate nelle varie Regioni italiane presenti nelle grandi città (ad esempio Catania, Cagliari, Milano, Roma, ecc), oppure tramite l’intermediazione svolta da agenti in attività finanziaria abilitati e che operino con regolare mandato.

Quali tipi di prestito si possono richiedere?

In estrema sintesi si possono richiedere le cessioni del quinto dello stipendio o della pensione. Per quanto riguarda i dipendenti, questi possono essere sia del settore pubblico che di quello privato. Quindi si aggiunge la cessione del doppio quinto dello stipendio (anche nota come prestito con delega o delegazione di pagamento). I limiti reddituali e anagrafici, per poter procedere alla richiesta sono:

  • Per i soli pensionati: massimo 85 anni di età (alla scadenza del contratto) ed una pensione che al netto della quota cedibile sia almeno pari a 500 euro;
  • Per i soli dipendenti (sia pubblici che privati): un’età compresa tra i 18 e i 66 anni di età.

La richiesta della cessione del quinto può essere fatta anche da cittadini extra comunitari (ovviamente titolari di un contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato) con la sola condizione che siano residenti sul territorio italiano.

Le varie condizioni obbligatorie (come la stipula dell’assicurazione contro il rischio di perdita di impiego o causo morte del titolare del finanziamento) e le limitazioni (come l’importo della rata che non può eccedere un quinto dello stipendio), sono ovviamente standard.

Per quanto riguarda invece i tassi di interesse dei prestiti, si applicano condizioni differenti a seconda che si sia pensionati o dipendenti in attività lavorativa, e per questi ultimi con tassi di interesse più vantaggiosi per quelli che lavorano nel settore pubblico (vedi anche Prestiti Inpdap per dipedenti pubblici).

Caratteristiche e importi richiedibili

Fermo restando che l’importo che può essere richiesto è condizionato sia dal limite del rapporto rata-reddito che da quello della durata (che può andare da 24 a 120 mensilità ma nel rispetto dei limiti anagrafici del richiedente), complessivamente l’importo massimo che può essere richiesto arriva fino a 75 mila euro.

Conclusioni

Per la convenienza, trattandosi di un tipo di finanziamento rigorosamente disciplinato dalla normativa vigente, si deve necessariamente rimandare alle condizioni riportate in ciascun preventivo, e successivamente paragonarle a quelle applicate da banche o altre finanziarie che concedono prestiti simili.

Altri mediatori

Torna alla pagina principale Lista mediatori.