Mutuo arancio: conviene acquistare casa con Ing Direct?

Variabile, fisso o rinegoziabile: il mutuo Arancio conviene ancora?

Tassi fisso, tasso variabile e tasso “fisso” rinegoziabile, sono le tre tipologie di scelta sulle quali costruire o personalizzare l’offerta del mutuo Arancio, uno dei cavalli di battaglia che hanno portato Ing Direct ad essere la banca che detiene una fra le fette più consistenti del mercato dei prestiti destinati all’acquisto o alla ristrutturazione della casa.

A dare forza all’offerta del mutuo Arancio sono state soprattutto le proposte di surroga, grazie ad un tam tam di clienti soddisfatti, ed opinioni positive, anche se le scelte attuate dalla “banca” arancio negli ultimi anni hanno indubbiamente mitigato la convenienza dell’offerta stessa (come nel caso del passaggio dall’euribor a 1 mese a quello a 3 mesi). E’ possibile richiedere il mutuo arancio anche per liquidità.

Condizioni economiche, tassi e costi del mutuo Arancio: la convenienza dello spread di tipo offset?

La scelta sui tassi, come accennato, va dal classico tasso variabile al tasso fisso, fino al tasso misto (rappresentato dal tasso fisso rinegoziabile). La durata del tasso variabile prevede una piano di ammortamento fino a 30 anni, il mutuo a tasso fisso al massimo di 15 anni ed il tasso fisso rinegoziabile invece permette di scegliere tra: tasso fisso iniziale a 5 anni e tasso fisso iniziale a 10 anni (passaggio eventuale a tasso variabile nelle scadenze previste dal contratto).

Tra gli aspetti di interesse c’è l’applicazione di uno spread (che si riduce nel caso di clienti con altri prodotti Arancio) che non si alza eccessivamente nel caso di mutuo di surroga. Per quanto riguarda il mutuo per acquisto casa, l’importo minimo finanziabile è di 50 mila euro e quello massimo di 1 milione di euro (nel caso del mutuo di liquidità la somma massima si riduce a 500 mila euro).

La percentuale finanziabile può arrivare fino all’80% (ma i LTV più convenienti sono al di sotto del 50%) per il mutuo di acquisto e 70% per quello di liquidità. Per il tasso variabile lo spread più basso parte da 2,20% mentre lo spread massimo applicabile (previsto per il variabile Bce) è del 4,20%.

Spese accessorie del mutuo arancio

A differenza di un po tempo fa, è oggi previsto il costo dell’istruttoria (di 750 euro), e quello di perizia di 250 euro. Non ci sono spese di incasso rid e l’assicurazione scoppio ed incendio è a carico di Ing Direct. Il fatto che si tratti di una banca online non deve destare preoccupazione ad esempio nei casi di estinzione parziale o totale, infatti la presenza di agenzie e l’ assegnazione di un consulente, aiutano anche in queste fasi.