Mancata iscrizione e prescrizione: quando non bisogna pagare una multa?

Qualsiasi sia la natura di una multa, il termine di prescrizione previsto dalla normativa rientra in quelle di tipo breve e nello specifico di durata pari a 5 anni. Affianco alla prescrizione bisogna però fare anche altre considerazioni che riguardano la decadenza e la regolarità della multa stessa che deve riportare una serie di dati essenziali ( che devono essere indicati dai vigili urbani nel caso di una multa per auto, o dal controllore, ecc).

La mancanza di questi dati toglie alla fonte il problema della prescrizione perché la multa risulterà nulla (nullità che andrà comunque “richiesta”).

I tempi della multa: il pagamento e l’interruzione della prescrizione

Il fatto che la prescrizione sia quinquennale potrebbe far sembrare che in questo ambito la legge sia molto semplice da capire e da rispettare, ma ci sono tantissime scadenze da ricordare.

La prima è che la prescrizione decorre dalla data in cui è stata rilevato l’atto sanzionato con la multa. Con la notifica della cartella o del verbale il termine di prescrizione si interrompe e ricomincia a decorrere per altri 5 anni. Una volta che la multa viene notificata si hanno 60 giorni di tempo per fare il pagamento.

Se questo non viene fatto allora si passerà all’iscrizione a ruolo. Ciò porta alla necessità di considerare un’altra scadenza che non ha però effetto per la prescrizione, essendo collegata alla decadenza (ovvero al momento in cui il soggetto creditore decade dal diritto di ottenere la prestazione).

Infatti a partire dal 2008 il comune ha tempo di 2 anni, pena decadenza, per procedere all’iscrizione a ruolo e comunicazione all’agente della riscossione (vedi anche Come non pagare Equitalia). Ciò porta alla possibile situazione in cui il termine di prescrizione non sia stato superato, mentre quello di iscrizione a ruolo è decaduto.

Che cosa deve considerare il titolare di una multa?

I controlli da fare sono numerosi, per questa ragione di fronte a multe particolarmente pesanti, comunicate con cartella esattoriale e non, può essere utile chiedere assistenza da parte di persone specializzate in questo ambito, prima di pagare anche solo una parte delle somme richieste (causa di interruzione della prescrizione). Infatti bisogna vedere se la multa auto o di altro tipo riporta nello specifico i dati richiesti necessari in primis e, come già spiegato, se è stato rispettato il termine di decadenza o se è stato superato il termine di prescrizione.

Approfondimenti

Torna alla pagina principale Guida alla prescrizione dei debiti.