Prestito con diritto di riscatto: modalità e funzionamento

La formula del prestito con diritto di riscatto è una tipologia di finanziamento che non è disciplinata da alcun regolamento (tanto meno quello Fifa, considerato che si tratta di una soluzione ampiamente utilizzata soprattutto nelle contrattazioni del calcio mercato) e ciò lascia una certa libertà di definizione delle varie formule: con diritto od opzione di riscatto, con obbligo di riscatto fino all’opzione di riscatto e contro riscatto.

Che cosa significa prestito con diritto di riscatto?

La formula ‘originaria’ è nata per far quadrare meglio i bilanci, spalmando le spese su più esercizi ed allo stesso tempo potersi permettere acquisti di una certa entità senza intaccare del tutto il ‘tesoretto’ messo a disposizione dal budget, oppure potersi permettere un acquisto che altrimenti non possibile (vedi anche Fideiussione bancaria).

Non a caso il prestito con diritto di riscatto viene spesso collegato al sistema di bonus che colmano una parte comunque modesta del prezzo. Sempre facendo riferimento all’ambito calcistico (suo settore naturale) nella formulazione più semplice ovvero quella di opzione oppure diritto di riscatto, il giocatore viene dato in prestito (di norma di tipo “oneroso”) stabilendo fin dal principio il prezzo di riscatto alla scadenza.

In questo modo chi ha messo in vendita il giocatore aumenta le probabilità di monetizzare una somma prefissata, mentre chi acquista può rinviare l’esborso più consistente, valutando la qualità delle prestazioni del giocatore. Le evoluzioni del mercato calcistico hanno portato alla nascita di altre due formule: prestito con obbligo di riscatto (che di fatto costringe l’acquirente a perfezionare l’acquisto) e prestito con diritto di riscatto e contro riscatto che è la forma più sofisticata, con la quale si aggira il contratto con obbligo di riscatto stesso.

Novità
Un’ ulteriore evoluzione si ha con l’introduzione del contro riscatto, utilizzata sia per giustificare e realizzare plusvalenze, che per valutare l’ipotesi di non lasciar andare un giocatore nel tempo cresciuto.

Il prestito con diritto di riscatto tra privati?

Essendo un escamotage nato e consumato nell’ambito sportivo, non trova giustificazione nel normale diritto privato (vedi anche Prestito tra privati), per cui non è utilizzato nell’ambito della sfera privata. Formule più vicine sono riconducibili all’affitto con riscatto ed a formule analoghe, generalmente incentrate su beni immobili.