Funzionamento del fondo sociale Ue

Il fondo sociale europeo ha come obiettivo il miglioramento di due situazioni: l’inclusione sociale e il “buon governo”. Per cui, sostanzialmente, l’obiettivo di base del Fse è riconducibile al miglioramento delle condizioni di vita dei cittadini degli Stati membri della Ue, puntando soprattutto sulla formazione e sull’occupazione, cercando di agevolare soprattutto i Paesi dove c’è un elevato numero di persone a rischio di povertà, e con un riguardo particolare per le categorie vulnerabili (come i giovani e le donne).

I finanziamenti europei Fse per il 2014-2020?

Per il Fse Bruxelles ha già definito gli stanziamenti e gli obiettivi prioritari, da raggiungere con i suoi finanziamenti per il prossimo quinquennio. Il fondo complessivamente otterrà un finanziamento di 80 miliardi di euro (in crescita di oltre 3 miliardi rispetto al periodo precedente), e le priorità da soddisfare saranno:

  • l’aumento dell’occupazione e il sostegno alla “mobilità dei lavoratori”;
  • la promozione dell’inclusione sociale e lotta alla povertà (circa il 20% del fondo andrà destinato proprio al raggiungimento di questi obiettivi);
  • il miglioramento del livello di istruzione e della formazione e dell’apprendimento permanente;
  • il miglioramento e l’aumento del livello di efficienza da parte dell’amministrazione pubblica.

Suddivisione dei fondi del Fse

La determinazione delle somme complessivamente destinate a ciascuno Stato membro o Regione, dipende dalla combinazione di differenti fattori, anche se viene sempre applicato il principio delle “competenze tematiche” (quindi con concentrazione soprattutto in quelle zone in cui si ritiene più urgente o comunque più cospicuo l’intervento da effettuare).

Per la lotta alla povertà si tiene conto del livello di “reddito medio” pro capite, mentre per gli altri obiettivi Bruxelles prende in considerazione i progetti che ciascuno Stato (o Regione) intende mettere in atto, sulla base sempre poi dei propri giudizi di efficacia e fattibilità.

Per il periodo programmatico precedente (chiusosi nel 2013) l’ Italia ha ottenuto uno stanziamento per il fondo Fse di poco inferiore ai 7 miliardi di euro, e per il prossimo quinquennio la somma dovrebbe comunque essere più elevata.

In particolare verrà nuovamente data enfasi soprattutto alla sfera della promozione dell’impresa “sociale”, per raggiungere il doppio scopo di aumento dell’occupazione, e allo stesso tempo migliorare il livello di servizi oltre che proseguire sulla via della lotta alla discriminazione e all’ emarginazione.