Carte revolving Compass Viva: opinioni e condizioni generali

La carta di credito dotata di funzione revolving appartenente a Compass e nota come “carta Viva”, nonostante fosse già una certezza del settore, è stata, oramai anni fa, sottoposta ad un’ operazione di rilancio, che l’ha sostituita non con una nuova carta, quanto con una linea di card, che sono: la Viva Azzurra, la Viva Milan, la carta Viva Roma, Viva Flex e Viva Gold.

Tutte tipologie ad oggi non più sottoscrivibili visto il lancio della linea Compass Pay che ne riprende alcune peculiarità.

Caratteristiche comuni della linea Viva di Compass

L’aspetto comune a tutte le carte di questa linea è la presenza di una funzione rateale, a volte esclusiva ed altre volte invece in convivenza con altre iniziative (modalità di rimborso o possibilità di aderire a delle iniziative dedicate, a raccolte punti o ad estrazioni di premi, ecc).

Inoltre per i primi due anni il canone è azzerato, così da rendere perfettamente gratuito il possesso della carta Viva per un lasso di tempo considerato sufficiente per apprezzarne le funzionalità. I circuiti di emissione sono Mastercard per alcune (come la Viva Roma) e Visa per altre (l’esempio principale è offerto dalla Viva Gold).

Se non si desidera un mezzo di pagamento legato ad un particolare marchio, si può andare sulle due sole versioni svincolate, che sono la Flex che, come si evince dal nome, offre maggiore flessibilità nella scelta del numero di rate (potendo scegliere tra 12 mesi, 18 mesi, 24 mesi e 36 mesi), sfruttando sempre come circuito Mastercard (adatta per fare acquisti sul web di qualsiasi importo entro il plafond o presso gli esercizi), oppure la già citata versione Viva Gold Visa, dotata della funzione credit Express, con cui trasformare la linea di credito in contante immediato e di una gamma di coperture assicurative completamente gratis.

Altre funzioni invece comuni a tutte le carte della linea Viva sono il servizio sms alert gratuito, ed il calcolo delle rate di rimborso con la componente degli interessi basati su commissioni fisse.

Conclusioni

La riorganizzazione e la specializzazione della linea Viva, che ha mantenuto rispetto al passato solo il nome sfruttandone la popolarità, ha ottenuto solo in parte un buon risultato, subordinando, in alcuni casi, l’uso a una serie di servizi fedeltà di nicchia e che poco si sposano con l’uso di una carta con opzione revolving.

Tipologia
Carta di credito revolving
Circuito
Mastercard o Visa
Versioni
Flex, Gold, Roma, Milan, Azzurra
Quota associativa
Gratis primi due anni poi 24 euro
Spese di gestione
n.d.
costo prelievo n.d.
Tasso
TAEG MAX 19,70%
Commissione anticipo contante
4,00%
Commissione conversione valuta
1,75%
Modalità di rimborso
Rid bancaria
Plafond
fino a 3.000 euro
Data rilevazione
20 Luglio 2015
Società emittente
Compass

 

Torna a Confronto carte revolving o Carte revolving Compass.

Vai alla Guida carte revolving