Prestiti Under 30 – Quali alternative per i giovani?

Tra le categorie che possono incontrare maggiori difficoltà nell’accesso al mondo dei finanziamenti troviamo soprattutto i giovani e tra questi specialmente gli under 30. Questa difficoltà può interessare sia la sfera personale (quindi le possibilità di poter ottenere un finanziamento personale oppure legato al credito al consumo) che quella per l’avvio di un’attività. Proprio per questo nel corso degli ultimi anni sono state portate avanti iniziative per proporre finanziamenti agevolati per giovani sia privatamente dalle banche che direttamente con iniziative di carattere statale o regionale.

Finanziamenti agevolati o a fondo perduto?

Quando si vuole aprire un’attività e non si hanno garanzie da offrire se non la fattibilità di una buona idea imprenditoriale, difficilmente una banca sarà disposta a concedere le somme di cui si ha bisogno se non ha le giuste garanzie. Queste possono essere presentate tramite parenti o familiari, oppure accedendo ai fondi di garanzia. Alcuni di questi fondi possono prevedere anche l’erogazione diretta ovvero, sulla base di uno stanziamento, viene concessa una certa somma di denaro.

La tipologia a fondo perduto rappresenta solo una delle possibili agevolazioni. Un finanziamento under 30 più flessibile o sostenibile può ad esempio essere ottenuto stabilendo un intervallo di tempo ampio prima di dover effettuare il rimborso oppure attraverso l’applicazione di tassi di interesse molto contenuti.

Questi finanziamenti erogati per aiutare l’attività lavorativa vengono concessi sulla base del possesso di specifici requisiti che sono indicati nei vari bandi di assegnazione. E’ comunque sempre necessario controllare:

  • se ci sono limitazioni riguardanti la possibilità di richiedere altri prestiti;
  • la percentuale di copertura del fondo;
  • il tipo di progetto finanziato;
  • se è necessario un business plan;
  • nel caso particolare dei prestiti destinati a under 30, se si intende età raggiunta o ancora non compiuta;

Si possono considerare prestiti agevolati per gli under 30 anni (o comunque per i giovani) anche i finanziamenti che banche come ad esempio Unicredit, Intesa Sanpaolo ed Ubi Banca, prevedono stabilmente nella propria offerta. Da notare che i giovani hanno a volte dei trattamenti agevolati anche per l’acquisto di alcuni prodotti con erogazione di finanziamenti dedicati, come nel caso dei finanziamenti Ikea che però prevedendo come età massima 34 anni.

Finanziamenti agevolati statali per giovani: la legge 95/95 ex 44/86

Questa legge nasce in realtà nel 1986 come sostegno all’imprenditoria giovanile del Sud ed alla fine del ‘94 ha assunto un respiro nazionale assumendo le caratteristiche possedute fino ad ora. Nella sua normativa generica riferisce i benefici ad una fascia d’età compresa fra 18 ed i 35 anni anche se è sufficiente che la società richiedente sia composta da almeno ⅔ di under 30 (nel particolare da 18 a 29 anni).

Le società devono avere sede all’interno dei territori italiani indicati come ‘depressi’ da parte dell’organo competente Ue. Proprio in funzione delle zone variano le coperture dei finanziamenti agevolati che al sud possono superare anche il 90% dell’investimento. A queste agevolazioni specificatamente finanziarie si aggiungono anche quelle legate ai servizi di sostegno che vanno dalla formazione iniziale fino al tutoraggio nella prima fase di gestione effettiva della società.

Il prestito della banca per gli under trenta

Le banche che riservano un’attenzione particolare agli under 30 sono numerose ma non tantissime. Spesso l’offerta è orientata al sostegno economico del proprio percorso di studi, per pagare un master, ecc. Vediamo nel particolare alcune proposte:

Unicredit

Prevede un finanziamento privo di spese d’istruttoria chiamato Credit Express Giovani. Questo permette di richiedere da 600 fino a 5 mila euro che possono essere rimborsati da 1 a 3 anni.

(fonte sito ufficiale Unicredit – Data rilevazione: 10/11/2017)

Intesa Sanpaolo

Intesa Sanpaolo è da sempre un istituto di credito attento alle esigenze dei giovani. Nel particolare il prestito PerTe giovani arriva fino a 35 anni, innalzando un po’ il limite di età di 5 anni.

E’ ottenibile anche online e sul sito è presente un utile tool di calcolo semplicissimo da usare.

Il sistema permette di fare simulazioni online. Come si può notare le informazioni da inserire nella simulazione sono assolutamente standard:

(Fonte sito ufficiale Intesa Sanpaolo – Data rilevazione: 10/11/2017)

Ubi Banca

Ubi Banca prevede il Creditopplà Grandi progetti pensato per chi vuole attivare la sua attività con importo tra 5 mila e 30 mila euro e piani di ammortamento tra le 12 e le 84 rate. La stessa banca ha messo a disposizione una simulazione di calcolo su 20 mila euro (fonte sito ufficiale Ubi Banca – Data 10/11/2017)

A questo si aggiunge il Creditopplà piccole spese che permette di arrivare fino a 5 mila euro, con durata tra 8 e 36 mesi. Anche in questo caso il calcolo è proposto dalla stessa Ubi su 2 mila euro di richiesta.