Prestiti Palermo da banche e finanziarie

Prestiti Palermo: a chi chiedere un finanziamento?

Trovare alternative sui finanziamenti nelle città più grandi, soprattutto se capoluoghi di provincia, è più semplice che nelle realtà di minori dimensioni. Per esempio nel caso dei prestiti a Palermo, si trovano sia le filiali delle principali banche e finanziarie che realtà minori che hanno la loro sede proprio nel capoluogo siciliano od ancora istituti di credito che offrono anche altrove i propri prodotti e servizi finanziari tramite agenti con regolare mandato.

Quali prestiti?

Da una recente indagine effettuata nel trimestre dicembre 2019-febbraio 2020 nella città di Palermo su oltre 30.000 richieste di preventivi di prestito, sono emerse le seguenti le informazioni:

  • l’età media del richiedente è 51 anni;
  • la somma media richiesta è quasi di 16 mila euro;
  • le motivazioni che occupano i primi tre posti del podio sono: acquisto auto usata (per i Km zero si scende al quarto posto), liquidità e ristrutturazione della casa. Al decimo posto troviamo matrimoni e cerimonie.

Quindi le offerte indirizzate a chi ricerca i prestiti a Palermo probabilmente cercheranno di venire incontro a tali caratteristiche e saranno orientate a personalizzazioni nel limite del possesso dei requisiti necessari (età, reddito con o senza busta paga, motivazione se finalizzati, ecc).

soldi prestiti

Come cercare i finanziamenti più adatti?

La prima scelta da effettuare riguarda l’ente a cui rivolgersi, se cioè prendere in considerazione solo le offerte delle filiali o agenzie presenti in città, oppure se passare al vaglio anche le numerose proposte on line che mancano di un limite territoriale.

Il passo successivo è quello di scremare le offerte, concentrandosi su quelle che presentano i requisiti più vicini alle proprie esigenze di liquidità, le condizioni più adatte e le tempistiche migliori. Tuttavia, per arrivare a questo tipo di considerazioni ci si deve focalizzare su due aspetti fondamentali e cioè:

  • di quale importo ho davvero bisogno per poi richiedere la somma sotto forma di prestito;
  • quale sarà, da oggi fino al termine del piano di ammortamento, la mia capacità reddituale per ottemperare senza troppi problemi ai rimborsi delle rate (se ho un contratto a tempo determinato lo dovrò tenere presente nello scegliere la durata).

Infine devo individuare quali delle offerte di mio interesse sono proposte da istituti di credito che potrebbero considerare positivamente la mia situazione personale e reddituale. E’ opportuno infatti valutare:

  • quale rating ho come merito creditizio: se ho un rating alto potrò rivolgermi a qualsiasi banca o finanziaria, altrimenti dovrò selezionare quelle che sono più tolleranti verso meriti di credito non brillanti o addirittura con qualche problema (per esempio la segnalazione come cattivo pagatore);
  • il tipo di contratto di lavoro e reddito di cui dispongo: se ad esempio mi rivolgo ad una finanziaria che eroga solo cessioni del quinto ma non sono né un dipendente né un pensionato, allora sto solo perdendo del tempo.

Una volta che avrò il quadro ben chiaro, riuscirò a muovermi massimizzando i risultati rispetto al tempo che devo impiegare per richiedere vari preventivi, che è la condizione irrinunciabile che va sempre rispettata, sia se decido di procedere online che tramite realtà locali o strutture tradizionali.

La sicurezza

Se ci si rivolge a gruppi bancari noti non c’è il bisogno di controllare che ci siano le autorizzazioni, mentre se mi rivolgo a realtà più piccole, locali o meno note in generale, allora dovrò fare attenzione che si tratti di società autorizzate. Il controllo è molto semplice:

  • sul sito o su un documento ufficiale deve essere riportato il tipo di autorizzazione concessa (come agente, come finanziaria, ecc). Se ci si rivolge ad un agente, questi deve esibire un documento nel quale è riportato il numero di autorizzazione e le informazioni utili in modo che non ci siano fraintendimenti;
  • si consulta il sito dell’organo che gestisce quel tipo di autorizzazione (per esempio quello dell’OAM nel caso di agenti);
  • si confrontano i dati, verificando che il nome riportato e il numero di autorizzazione siano identici tra loro.

N.B. Quando ci si rivolge ad agenti o società finanziarie autorizzate si ha la stessa tutela che si avrebbe rivolgendosi ad una nota banca.
Diffidare da chi richiede commissioni per fornire un preventivo in quanto per legge si tratta di un servizio del tutto gratuito.

prestiti

Piccole o grandi società?

Rivolgersi ad una filiale di banca presente su tutto il territorio può presentare vantaggi e svantaggi rispetto a riferirsi ad una realtà più piccola, soprattutto se locale: ad esempio nel primo caso la conoscenza e il legame con la città è ridotto rispetto al secondo, ma queste differenze dipendono dal tipo di obiettivo che si vuole ottenere.

Facciamo alcuni esempi di realtà più piccole anche per sottolineare che questo non necessariamente è sinonimo di mancanza di presenza anche nel resto della penisola.

Esempi

Pitagora
Si tratta di una nota finanziaria che ha 77 agenzia sul territorio nazionale e sede a Torino. In Sicilia è presente anche a Palermo, in via della Libertà. Per conoscere orari e contatti si può consultare il sito ufficiale.
Prestichiaro
È un monomandatario della Fides Spa, ha sede legale proprio a Palermo (un altro ufficio si trova a Parma) e si occupa di cessione del quinto.
Assifinitalia
Anche in questo caso si tratta di una società con sede a Palermo, che oltre ad offrire la cessione del quinto prevede anche prestiti di consolidamento, personali e mutui immobiliari.

(Fonti: siti ufficiali Pitagora/Prestichiaro/Assifinitalia – Data: 26 febbraio 2020)

Richiesta preventivi prestiti maggiori città italiane