Prestito 3000 euro: guida alla scelta

Finanziamenti 3000 euro a confronto: caratteristiche peculiari

Per quanto riguarda l’accesso al credito la soglia dei 3 mila euro rappresenta un importo che offre una grande libertà di scelta, potendovi appunto ‘accedere’ tramite numerose alternative come ad esempio le aperture di credito in conto corrente (per le quali il fido medio più utilizzato è proprio fissato a questa cifra), oppure con le richieste di micro-credito (come somma massima media).

Le categorie di finanziamenti che lo prevedono

Facciamo innanzitutto una precisazione: nel caso dei prestiti veri e propri, e anche delle linee di credito (alcune possono essere con modalità revolving o rotativa), per importi di 3000 euro si ha l’inserimento all’interno della categoria dei piccoli prestiti, che ricordiamo, in generale, contemplano finanziamenti con un importo fino a 5000 euro.
mazzo di banconote con fascetta scritta 3000 euro
Inoltre questa cifra può rappresentare la soglia minima ottenibile per usufruire delle varie somme legate sia a prestiti personali che prestiti finalizzati offerti dalle principali banche e finanziarie.

Infine parliamo di una somma che può essere anche proposta per dilazioni di pagamento (per esempio Pagodil), finanziamenti a tasso zero (come quelli finalizzati e promozionali), per arrivare a quelli convenzionati e finalizzati a specifici impieghi (per esempio i prestiti per le cure dentali, quelli per cure estetiche e spese mediche in generale).

Inoltre questa cifra rappresenta generalmente la soglia minima ottenibile per usufruire delle varie somme legate sia a prestiti personali che prestiti finalizzati offerti dalle principali banche e finanziarie.

Il prestito di 3 mila euro: un prestito da veloce a velocissimo?

L’importo di 3 mila euro viene quindi considerato un importo abbastanza basso e ciò fa rientrare le richieste di finanziamento per tale importo all’interno della categoria, sempre più ricercata, di prestito veloce, che grazie ai tempi ridotti permette di far fronte alle emergenze.

Da questo punto di vista però non mancano le eccezioni, tra le quali spicca quella di Poste Italiane che non prevede una vera e propria soluzione di prestito veloce (se non per il Mini Prestito che tuttavia permette di ottenere fino a 3000 euro).

Il minimo per i prestiti?

Anche se per molte tipologie di prestito i 3mila euro possono rappresentare la cifra minima richiedibile non è assolutamente possibile generalizzare. Anzi come soglie minime di accesso ai prestiti personali, si può spesso partire dai 1500 euro.
Anche per quanto riguarda le proposte delle finanziarie non viene ‘rispettata’ la soglia di 3 mila euro: per esempio Agos parte da soli 500 eur. Stesso discorso anche per alcune banche che hanno avuto un passato come finanziarie per le quali ci troviamo davanti a soglie minime nettamente inferiori ai 3000 euro, come nel caso di Compass e Findomestic.

Esempi

Per comprendere ancor meglio la poliedricità delle alternative legate ai finanziamenti da 3000 euro andiamo a proporre alcuni esempi legati a tre istituti di credito di primo piano come Banca Intesa, UniCredit e Poste Italiane.

UniCredit : un prestito da 3000 euro da veloce a dinamico

Unicredit rappresenta una ‘banca’ che ha articolato l’offerta dei prestiti proprio sull’importo di 3 mila euro, così da tararla sulle esigenze più disparate, offrendo ampie possibilità di scelta, e una maggiore flessibilità per la gestione, sia delle richieste che degli utilizzi.
mano che offre soldi
Infatti 3 mila euro è la somma massima erogabile con il prestito Credit Express mini (molto adatto anche ai giovani), la somma minima prevista per il finanziamento Credit Express Dynamic (flessibile con somme fino a 30 mila euro) e per il Credit Express Compact (quest’ultimo offerto come prestito di consolidamento debiti e con una soglia massima pari a 50 mila euro).

(Fonte: sito ufficiale UniCredit – Data: 17 marzo 2021)

Intesa Sanpaolo

Anche in questo caso siamo di fronte a più alternative tra cui Xte PerTe Prestito Facile che infatti permette di richiedere una cifra compresa tra 2000 e 75mila euro. Per gli under 35 è invece accessibile PerTe Prestito Giovani con un importo richiedibile compreso tra 2000 euro e 30mila euro.

L’esempio più particolare con Banca Intesa Sanpaolo lo si ha invece con il prestito [email protected]. Si tratta di un finanziamento che permette di ottenere fino a 3mila euro di tranche, a distanza di 6 mesi l’una dall’altra (la soglia minima è di tranche da 1800 euro), per un massimo totale di 30 mila euro. Solo al termine della durata di erogazione delle varie tranche si passa alla fase di rimborso che può essere eseguita, a scelta, in una delle seguenti modalità:

  • rimborso unica soluzione;
  • rimborso in parte con un versamento e in parte con un prestito personale;
  • tramite prestito personale.

La richiesta può essere fatta dalle mamme che sono lavoratrici, residenti in Italia e hanno un figlio con età entro i 36 mesi.

N.B. Per tutta la durata (altrimenti si perde la possibilità di ottenere la tranche successiva) bisogna mantenere l’attività lavorativa (è possibile comunque cambiare lavoro).

(Fonte: sito ufficiale Intesa Sanpaolo – Data: 17 marzo 2021)

Mini Prestito Bancoposta

immagine di Postepay Volution carta con scritta Mini Prestito
Come già detto anche in questo caso arriviamo alla somma massima di 3000 euro. A riguardo risulta interessante il collegamento tra la carta conto Postepay Evolution e la richiesta del finanziamento. L’accredito della somma ed il rimborso verrà regolato (a meno che non si utilizzi per questo un conto Bancoposta) sempre tramite la Postepay Evolution. Invece per quanto riguarda la durata dei rimborsi, indipendentemente dall’importo richiesto (a scelta tra 1000, 2000 euro e 3000 euro) il rimborso sarà sempre fermo a 22 mesi.

(Fonte: sito ufficiale Poste Italiane – Data: 17 marzo 2021)

Migliori Finanziamenti