Pagoflex di Ing Direct – Conviene davvero?

Pagoflex di Ing Direct – Come funziona e quanto costa

Alcune banche non danno la possibilità di poter scegliere tra una carta di credito a saldo e una revolving, aspetto che a volte può rappresentare un limite. Ing Direct da diverso tempo ha deciso di uscire fuori dal gruppo di queste banche inserendo tra i propri prodotti/servizi il Pagoflex. Scopriamo insieme che cos’è e se davvero conviene.

Indice articolo

  • Di cosa si tratta?
  • Quali requisiti servono?
  • Costi e commissioni
  • Come si procede all’attivazione della rateizzazione?
    • Di cosa si tratta?

      I titolari del conto corrente arancio possono richiedere una carta di credito Mastercard che viene emessa come in passato (quando il circuito usato era però Visa) come carta con rimborso a saldo. Grazie all’attivazione del servizio Pagoflex la carta può essere trasformata in una carta revolving, o meglio in una card dotata di funzione revolving in quanto la rateizzazione varrà solo per la spesa per la quale il servizio risulta attivo.

      Quali requisiti servono?

      Per prima cosa bisogna avere un conto corrente arancio e avere una carta Mastercard attiva. Ricordiamo che l’attivazione di quest’ultima non è automatica e si ha una tempistica ben precisa per farla e cioè entro 12 mesi dalla data di richiesta della carta stessa (anch’essa va richiesta, in quanto è facoltativa). L’attivazione si avrà raggiungendo una delle seguenti condizioni:

      • un accredito mensile, come stipendio o pensione non inferiore alla soglia dei 750 euro;
      • un saldo sul conto corrente arancio pari ad almeno 3 mila euro, che risulti da non meno di 30 giorni da quello in cui si richiede l’attivazione (non c’è obbligo di mantenere il saldo anche successivamente alla richiesta di attivazione andata a buon fine).

      N.B. L’attivazione di Pagoflex passa attraverso una fase di valutazione da parte di Ing Direct, per cui non si può avere l’assoluta certezza che questa venga approvata.

      (Fonte: sito ufficiale Ing Direct – Data: 26 settembre 2019)

      Costi e commissioni

      Nel caso di Pagoflex bisogna fare delle distinzioni tra il costo diretto della carta di credito e quello del servizio di rateizzazione. Ricordiamo infatti che il costo del canone di gestione della card Mastercard Ing direct è pari a 2 euro al mese. Questo nel caso in cui Pagoflex risulti attivo con un pagamento rateale non sarà dovuto .

      Per capire meglio questo aspetto ipotizziamo che il signor A abbia deciso di rateizzare a inizio anno una spesa attivando Pagoflex per 12 mesi: per tutto l’anno l’intestatario della card non pagherà il canone della carta. Il signor B ha scelto, nello stesso periodo, di usare una rateizzazione di 6 mesi, per cui non pagherà il canone solo per quei primi sei mesi, per poi pagare i restanti 6 a meno che non faccia un’altra rateizzazione successivamente.

      Il costo di Pagoflex consta invece nella commissione per la richiesta di attivazione (con contributo fisso di 2 euro) ed in quella legata agli interessi dovuti (pari allo 0,50%, ovvero 50 centesimi ogni 100 euro spesi). Sul foglio informativo quindi il Tan è pari a zero, ma andando a vedere il Taeg vediamo che il valore è a due cifre (circa il 16% in data 26 settembre 2019). Infatti non siamo davanti a un finanziamento a tasso zero reale.

      Come si procede all’attivazione della rateizzazione?

      L’attivazione di Pagoflex può essere effettuata fino all’ultimo giorno lavorativo del mese nel quale si è sostenuta la spesa che si intende rateizzare (dopo tale termine il pagamento va a regime a saldo). I pagamenti rateizzabili possono essere anche sotto forma di singole transazioni. E’ comunque necessario che l’importo rateizzabile non ecceda l’ammontare del plafond disponibile (quindi entro un massimo di 3 mila euro). Per attivare il servizio di dilazione del pagamento si potrà accedere al sito e quindi entrare nell’internet banking, o anche procedere con l’app. In entrambi i casi ci si dovrà loggare con le credenziali personali, e poi entrare nel menu delle carte di pagamento, e qui accedere a Pagoflex.

      In questa sezione si dovrà scegliere la transazione che si vuole rateizzare (è necessario che l’importo sia superiore a 200 euro) e anche la durata (la scelta è possibile su 6, 9, oppure 12 mesi). Prima di dare la conferma, sarà specificato l’importo delle rate da rimborsare e l’importo totale, comprensivo di interessi che in tutto andrà restituito.

      esempio calcolo rata servizio pagoflex
      La somma eccedente l’importo della spesa rateizzata è dato dai 2 euro di contributo fisso di attivazione Pagoflex, e dalla commissione dello 0,50% dell’importo rateizzato, moltiplicato per il nr delle rate scelto per il rimborso completo.

      Data la conferma dal 10 del mese successivo, oltre agli importi da rimborsare a saldo, ci sarà anche quello da restituire a rate. Entrambi gli importi vanno a ripristinare il plafond (per la rata Pagoflex bisogna considerare solo la quota ‘capitale’).

      Tutte le nuove carte Mastercard di Ing Direct sono dotate già della possibilità di attivare Pagoflex. Detto questo anche se si dovesse avere una card che non ha questa funzione si potrà attivarla tramite la compilazione dell’apposita modulistica reperibile on line, che potrà essere firmata paperless con la firma digitale.

      (Fonte: sito ufficiale Ing Direct – Data: 26 settembre 2019)

      N.B. Se si ha bisogno di contattare il call center per assistenza o sciogliere dubbi, si può chiamare da telefono fisso il numero verde 800 717 273 (da mobile 02 99 96 789) dal lunedì al venerdì nella fascia oraria 8:00 – 22:00, e il sabato 8:00 – 18:00.

Prodotti e servizi Ing Direct