Rata del prestito alta – Le migliori proposte per abbassare la rata

Prima di chiedere un finanziamento bisogna accertarsi che la rata del prestito non sia troppo alta. Questa raccomandazione viene rivolta ai consumatori dalle banche e finanziarie tramite campagne pubblicitarie di informazione e dalle associazioni dei consumatori. Si tratta di un consiglio sicuramente prezioso, ma nessuno spiega come fare per capire se la rata del prestito è eccessivamente alta, e come orientarsi eventualmente per poter abbassare la cifra e renderla più sostenibile (vedi anche Prestiti più convenienti). Vediamo a riguardo alcuni consigli utili.

La sostenibilità della rata

Per stabilire se una rata del prestito è troppo alta si deve definire prima il concetto di sostenibilità. Quando una rata è sostenibile? In senso assoluto l’importo della rata deve essere rimborsabile senza uno sforzo eccessivo, considerando le spese correnti che si devono sostenere, compreso il cibo, il pagamento delle bollette, ecc. Quindi una rata del prestito è alta in modo eccessivo quando, considerato nel complesso l’esborso mensile, non si riuscirebbe a pagare anche la rata del finanziamento senza andare incontro a difficoltà immediate o future.

Ad esempio se si ha un reddito mensile di 2000 euro, ma si ha già un totale “impegnato” di 1800 euro, anche una rata di 100 euro potrebbe essere troppo alta. Al contrario su un reddito mensile di 1500 euro, con spese reali correnti di 500 euro, una rata di 200 euro potrebbe essere tranquillamente sostenibile. Per fare questo genere di calcoli si possono usare dei software appositi come quello messo a disposizione da Monitorata.

Che cosa bisogna conoscere?

Per fare i calcoli necessari bisogna avere a disposizione dati certi. Sulle spese già in corso ci si può riferire al saldo degli esborsi mensili medi, mentre per la determinazione della rata più o meno sostenibile la prima cosa da fare è quella di chiedere un preventivo, o meglio più preventivi che prendano ispirazione da più alternative (importi e durate differenti).

Anche se si usano dei comparatori il consiglio è quello di andare a chiedere vari preventivi personalizzati, ricordando che non generano alcun tipo di impegno (vedi anche Simulazione prestito). Non solo nel caso di richieste online si possono ottenere dati certi in pochi minuti che andranno semplicemente salvati se suscitano interesse o bypassati se non sono considerati valutabili.

Come abbassare le rate se risultano troppo alte?

Per poter abbassare le rate che sembrano eccessivamente elevate, in alcuni casi si deve decidere a monte mentre in altri anche successivamente. Questa seconda possibilità viene offerta da alcuni prodotti flessibili (come ad esempio i ‘salta rata’ e ‘cambio rata’ di Findomestic o Agos), dal cosiddetto ‘consolidamento debiti’ oppure da una sostituzione del prestito già in corso. E’ chiaro che quando è possibile è meglio scegliere sempre finanziamenti dotati di flessibilità.

Se si è ancora nelle fasi di valutazione, per abbassare la rata troppo alta si deve allungare la durata anche a costo di pagare un poco più di interessi. Pensare di partire con una rata del prestito alta ed aggiustarla in futuro, senza un piano ben chiaro, risulta infatti un grosso rischio.

Approfondimenti

Torna alla pagina principale Consolidamento debiti.