Credito Veloce – Come funziona il prestito con cambiali

Prestito cambializzato con Credito Veloce: costi e condizioni

Credito Veloce non indica solo un modo di ottenere una certa liquidità in tempi brevi, ma è anche una società iscritta all’albo Unico degli Intermediari finanziari della Banca d’ Italia (iscrizione nr 160) associata alla Afin. La sede legale è a Genzano di Roma ed a Roma si trova la sede operativa. Queste due sedi sono utilizzate per l’erogazione dei prestiti personali accordati, che vengono concessi prevalentemente dietro garanzia di cambiali.

I prestiti cambializzati possono essere concessi da Credito veloce a cattivi pagatori (per ritardati pagamenti). Sono comunque esclusi coloro che hanno pagamenti ancora insoluti.

Che cosa propone?

Come già accennato Credito Veloce eroga esclusivamente prestiti personali e la modalità scelta è il prestito cambializzato. Il servizio è destinato solo a specifiche categorie di consumatori e lavoratori, che sono raggruppabili in:

  • pensionati;
  • dipendenti statali e in generale quelli che lavorano per la pubblica amministrazione (anche parastatali);
  • dipendenti di aziende private.

L’offerta dei finanziamenti prevede condizioni e requisiti che possono variare a seconda della categoria alla quale si rivolgono (soprattutto per l’età tra pensionati e dipendenti e per i requisiti del datore di lavoro tra dipendenti pubblici e privati). Può anche succedere che il richiedente non sia in possesso di tutti i requisiti necessari ma il problema può essere superato presentando un garante ‘adeguato’.

Al 12 febbraio 2018 da sito ufficiale è prevista come regola generale la necessità di essere maggiorenni e di non aver superato i 75 anni di età (il limite massimo si intende alla scadenza del piano di ammortamento del finanziamento). Per i requisiti personalizzati le principali differenze sono:

Per i dipendenti del settore privato

E’ necessario aver raggiunto almeno 12 mesi di anzianità lavorativa e bisogna lavorare per una società che abbia una veste giuridica di tipo spa o srl e con almeno 10 dipendenti. Infine è indispensabile che il contratto di lavoro sia a tempo indeterminato.

Data rilevazione: 12/2/2018 – Fonte: sito CreditoVeloce

Per i dipendenti del settore pubblico

Approfondimento: Prestiti dipendenti privati Spa.

L’anzianità lavorativa è comunque prevista, ma si scende a non meno di 6 mesi che vanno calcolati dalla data di assunzione. Anche in questo caso il contratto dovrà essere a tempo indeterminato.

Data rilevazione: 12/2/2018 – Fonte: sito CreditoVeloce

Per i pensionati

Anche per i pensionati è previsto un periodo minimo di percepimento della pensione che è equiparato a quello dei dipendenti del settore pubblico (almeno 6 mesi). La pensione deve essere di almeno 1000 euro mensili. Il calcolo va fatto al lordo di eventuali cessioni del quinto già in essere.

Data rilevazione: 12/2/2018 – Fonte: sito CreditoVeloce

Condizioni del prestito con cambiali

Il prestito cambializzato non viene erogato a domicilio, ma bisogna recarsi in una delle due sedi. Previo appuntamento si potrà andare quindi a:

  • via G. Ferrari nr 35 in Roma;
  • Viale G. Matteotti nr 20 in Genzano di Roma.

N.B: entrambe le sedi rispettano il seguente orario (valido anche per poter telefonare), ovvero: dalle 8,30 del mattino fino alle 13 e poi dalle ore 15 e poi dalle ore 18,30.

Il primo appuntamento serve per poter far partire la procedura di richiesta del finanziamento e di valutazione. Se la somma dovesse essere accordata ci sarà la parte conclusiva con la firma delle cambiali.

Richiesta di preventivo on line, è possibile?

Vista la particolarità di prestito concesso, e la necessità di passare per un incontro personale, non è propriamente prevista la possibilità di ottenere un preventivo online. Sul sito c’è la voce di Richiesta del Preventivo ma di fatto questo ‘banner’ permette di accedere ad un ‘modulo di ricontatto’:

Ribadiamo ancora una volta che le condizioni sono personalizzate, quindi per conoscerle con esattezza bisogna comunque partire con l’appuntamento. Si possono comunque avere informazioni generiche chiamando le sedi (per quella di Roma allo 06 3701129 e per quella di Genzano di Roma allo 06 9362735).

E’ possibile inviare inoltre una e-mail all’indirizzo [email protected] oppure compilare il form on line che si trova nella sezione ‘Contatti’ del sito.

E’ previsto infine anche un altro canale rappresentato dal contatto Whatsapp. Nel particolare è possibile:

  • prendere il numero +393495648122, salvarlo in rubrica del cellulare e quindi poi inviare il messaggio usando whatsapp sul cellulare stesso;
  • andare sul sito di Credito Veloce con lo smartphone quindi cliccare direttamente sull’icona di whatsapp e aggiungere il contatto su Whatsapp.

Durata e importi

Credito Veloce concede prestiti con cambiali che hanno:

  • il tasso fisso per tutta la durata del piano di ammortamento;
  • una durata del piano rateale compresa tra i 3 mesi ed i 36 mesi;
  • l’esito della valutazione della richiesta in 24 ore;
  • la concessione di una somma che può essere compresa tra i 1000 ed i 5 mila euro.

Fermo restando il ruolo centrale della personalizzazione dell’offerta, per avere un’idea orientativa sul sito di Credito veloce possiamo riportare un esempio di condizioni (rilevazione in data 12 febbraio 2018 da sito ufficiale):

  • importo richiesto: 5 mila euro;
  • durata del piano di ammortamento di 36 mesi;
  • importo da restituire alla scadenza (capitale più interessi) di 6.396,32 euro;
  • Teg pari a 16,66%;
  • TAEG è 18,18% con un TAN Fisso 15,50% (comprensivo di interessi di preammortamento pari a 36,52 euro).

Non sono applicate le spese di istruttoria, di incasso e di gestione della pratica. Sono invece applicati:

  • imposta di bollo pari a 16 euro;
  • imposta sulle cambiali di 75,60 euro.

Data rilevazione: 12/02/2018 – Fonte: sito Credito Veloce.

Documenti necessari

I documenti necessari per la richiesta sono:

  • un documento di identità non scaduto;
  • tessera sanitaria o codice fiscale;
  • ultime due buste paga per i dipendenti;
  • cedolino della pensione per i pensionati;
  • certificazione Unica;
  • una bolletta recentemente pagata;
  • Iban;
  • lista movimenti del conto corrente relativa agli ultimi 60 giorni.

Altri mediatori