Prestito online 2018: ecco alcune soluzioni che potrebbero essere la migliore scelta per te

Qual è il miglior prestito online? Il 2018 riprende dove ci aveva lasciato l’anno appena passato. La tendenza che si era affermata nel 2017 (così come nel 2016) per la richiesta dei prestiti online, ha visto di gran lunga privilegiato quelli dotati di elevata flessibilità nella gestione, con possibilità di personalizzare la rata anche durante le fasi vive di rimborso, e caratterizzati da opzioni che permettono di allentare la pressione dei rimborsi saltando la rata – se necessario.

Ovviamente in cima alla lista rimangono le richieste di finanziamento di tipo “personale” che, ricordiamo, non impone la giustificazione a monte per la sua richiesta come avviene invece per quello finalizzato.

Tra i prestiti personali vanno incluse anche le richieste delle cessioni del quinto, che hanno, come vantaggio, la possibilità di accesso anche a categorie che solitamente sono considerate non finanziabili, come i cattivi pagatori o protestati.

E’ sempre vero che il finanziamento online è il più conveniente?

La struttura con minori costi fissi delle società online (sia finanziarie che banche) giustifica e sostiene il fatto che i migliori prestiti siano online, poiché vengono applicati minori costi di gestione e tassi più bassi. Ci si deve però accertare che si tratti di prestiti diretti, e non con mediazioni o collocamenti da parte di altre società, se non nel caso di accordi particolarmente convenienti.

Inoltre rimane il problema delle politiche di erogazione del credito, che potrebbero essere accessibili a pochi possibili beneficiari. Vista la rapidità con cui si muove il web, e quella che caratterizza le modifiche dei tassi e l’affermarsi delle promozioni, l’aspetto a cui dare più valore è quindi quello dell’informazione.

Questo aspetto è molto importante anche per trovare il miglior prestito online che risponda alle proprie esigenze: generalmente è proprio questo l’aspetto che induce gli utenti a rivolgersi ai calcola rata online per richiedere vari preventivi.

Come sfruttare le informazioni?

Per essere costantemente aggiornati il consiglio è quello di consultare un buon sito di prestiti, con recensioni e la possibilità di usare calcolatori indipendenti, così da avere informazioni oggettive non condizionate da aspetti contingenti e privi di una valenza più generale.

Se si fa parte di particolari categorie (grandi aziende, dipendenti pubblici, ordini professionali, ecc) si deve mantenere l’informazione aggiornata anche per le proposte regolarmente veicolate tramite apposite convenzioni, senza però tralasciare i vantaggi che solamente i servizi online possono realmente garantire.

Soprattutto per quanto riguarda i dipendenti statali l’offerta è resa ancora più completa dai prestiti NoiPa e da quelli erogati direttamente dagli appositi fondi, come nel caso degli ex Inpdap. Queste tipologie di finanziamento già da qualche tempo beneficiano di una quasi totale telematizzazione dell’iter di richiesta, al punto da essere ormai assimilabili ai prestiti on line tradizionalmente erogati da banche e finanziarie.

Come trovare il prestito online migliore per te

Il miglior prestito online non è quasi mai quello più economico in senso assoluto: spesso capita che vengano proposte delle promozioni, che non sono accessibili praticamente a nessuno, per la combinazione di fattori e di requisiti di cui bisogna essere titolari. Si tratta di forme pubblicitarie dotate di grande appeal per acquisire visibilità, ed avvicinare un buon numero di potenziali clienti.

Il miglior prestito online invece dovrebbe presentare i seguenti requisiti, che ovviamente devono coesistere e non essere esclusivi:

  • Preventivo veloce da ottenere, e facilmente comparabile con altre proposte;
  • Standard di sicurezza e protezione dei dati molto elevati;
  • Buone condizioni economiche complessive: Tan, Taeg, costi accessori, politica sulla copertura assicurativa;
  • Rapidità di valutazione, e successiva tempistica di erogazione.

Esempi di finanziamenti interessanti

A questo punto vediamo alcuni esempi di prestiti, considerando tutte le caratteristiche e non solo i tassi (per i quali si può usare il classico comparatore online o i tool calcola rata) del 2018

Agos, il classico della convenienza

Specializzato nel prestito personale e tramite l’uso privilegiato del canale online, Agos permette di accedere a tassi medio-bassi. La somma massima richiedibile è di 30 mila euro, mentre la durata del piano di rimborso può arrivare fino a 120 mensilità (anche se il taeg più basso si ottiene per le 84 mensilità). Il Tan cambia in funzione del numero delle rate scelto ed anche dell’importo richiesto. (Fonte sito ufficiale Agos – Data: 24/01/2018)

Molto utile il calcola rata online che consente di calcolare la rata con o senza copertura assicurativa così da poter effettuare una comparazione con gli altri prestiti.

Il limite dei 30mila euro può essere superato se la richiesta del prestito passa attraverso Cariparma che fa’ parte dello stesso solido gruppo bancario, ovvero Credit Agricole.

La finanziaria francese offre una discreta varietà di scelta, che nella sezione prestiti comprende:

  • piccoli prestiti;
  • prestito di consolidamento;
  • prestiti flessibili;
  • cessioni del quinto.

Per i primi tre il preventivo online può essere fatto in pochi minuti e il responso è immediato, mentre per la cessione del quinto si passa per la richiesta di un preventivo non impegnativo che richiede più dati e un po’ più di tempo di risposta.

Approfondimenti: Prestito online immediato.

Compass: condizioni privilegiate per i nuovi clienti

Attualmente non è presente un vero è proprio calcolatore online, ma è possibile mediante il sito prenotare un appuntamente presso la filiale più vicina: questo aspetto sicuramente consente di avere sempre preventivi affidabili.

In più prosegue la politica di credito con una linea più morbida sui tassi per i nuovi clienti. Trattandosi di prestiti personali classici la somma massima finanziabile è di 30 mila euro da restituire al massimo in 84 rate. Tan variabile in funzione della durata del piano di rimborso e importo richiesto. (Fonte sito ufficiale Compass – Data: 24/01/2018)

Ricordiamo che Compass prevede accordi con numerose banche per la concessione dei prestiti (tra cui quelli con Mps e CheBanca), oltre che essere un punto di riferimento primario per l’erogazione dei finanziamenti postali.

La scelta dei prestiti personali comprende anche il consolidamento debiti con Unica e una buona scelta tra vari finanziamenti personali dotati di diverse opzioni per la flessibilità. Nel particolare abbiamo:

  • Easy, disponibile in 4 versioni: Change, Flex, Jump e Classic;
  • Total Flex che combina varie opzioni legate alla flessibilità (salta la rata, cambio rata, ecc);
  • Cifra Tonda: permette di ottenere max 20 mila euro, e prevede la concessione di una rata di importo “tondo tutto compreso”;
  • Jump: fino a 5 rate da saltare e rimborsare in coda al prestito.

Unicredit: l’offerta completa per tutti gli impieghi

Grazie a una linea ben articolata, la CreditExpress, Unicredit offre una soluzione adatta alle varie necessità, (con somme richiedibili che, a seconda del prodotto scelto, possono andare dai soli 200 euro a 100 mila euro). Vi è la possibilità di venire ricontattati chiedendo il contatto online, o di ottenere direttamente un appuntamento online o per telefono non rinunciando così anche ai benefici di una consulenza. Può risultare molto utile l’uso del tool che permette di individuare il tipo di prestito più adatto alle proprie esigenze:basterà rispondere a una serie di domande così da venir indirizzati direttamente al tipo di soluzione più adatta.

Punta di diamante dell’offerta è il CreditExpress Dynamic, con una somma massima di 30 mila euro da poter richiedere, ma la possibilità di ‘cucirsi addosso’ il tipo di finanziamento, grazie alla massima flessibilità, e un numero di rate che può arrivare fino a 84. Il tasso Tan è fisso, indipendentemente dalla durata.

Interessante anche la possibilità di acquistare prodotti hitech, a tasso zero, usando l’apposito CreditExpress Mini. Infine c’è il CreditExpress Easy che con la formula della pre-valutazione permette di ottenere, al momento del bisogno, i soldi praticamente all’istante, il tutto gestibile con smartphone anche se per importi fino a 5 mila euro al massimo. L’esperienza della pre-valutazione è stata replicata con il prestito Voucher Smart che permette di ottenere invece dai 200 ai 30 mila euro. Tuttavia vista la vastità dell’offerta non si tratta di prestiti on line in senso stretto (il passaggio tramite un consulente in filiale diventa di fatto obbligato). (Fonte sito ufficiale Unicredit – Data: 24/01/2018)

Credem: con trasloca Avvera

Se non si è soddisfatti delle condizioni di un mutuo, con la surroga si può cambiare banca e contratto, ma nel caso dei prestiti questo tipo di prodotto non è disponibile. Alcune banche hanno però inserito i prodotti “trasloca” che servono proprio per offrire un servizio simile alla surroga.

Tra le migliori proposte troviamo il Trasloca Avvera di Credem che fino a fine marzo 2018 mantiene ferme le condizioni applicate a partire dal 1 gennaio 2017. Senza la necessità di cambiare il conto corrente (non è necessario essere correntisti Credem) si può spostare il proprio prestito, con condizioni migliorative. In più, per il primo anno, Credem rimborsa fino a 1200 euro. La durata va dalle 60 alle 84 rate e l’applicazione di un tan fisso a 7,90%. (Fonte sito ufficiale Credem – Data: 24/01/2018)

Approfondimento: Cambiare banca con prestiti in corso.