Scegliere il miglior prestito da 20000 euro: guida pratica

Sia che si abbia bisogno di un finanziamento finalizzato, che di un prestito personale, la somma di 20000 euro comincia a rappresentare un importo impegnativo ed, allo stesso tempo, da utilizzare in moltissimi impieghi: da spese di ammodernamento e ristrutturazione, all’acquisto di beni di un certo valore, o semplicemente per avere una somma disponibile da ‘usare’ senza la necessità di alcuna rendicontazione giustificativa.

Dalla cessione del quinto ai prestiti “tradizionali”

Un prestito da 20000 euro rappresenta una somma richiesta in modo ricorrente nella cessione del quinto della pensione o dello stipendio e che, per alcune banche, può arrivare quasi a rappresentarne il tetto massimo richiedibile. Per la sezione dei prestiti personali invece si tratta di una somma intermedia, mentre per i “mutui” di ristrutturazione costituisce una soglia limite (sono molte le banche che richiedono degli importi maggiori).

La vera differenza fra una tipologia di finanziamento o l’altra risiede nelle condizioni imposte a seconda dello scaglione prestabilito dalla banca stessa, secondo il principio che al crescere delle somme il Tan applicato si riduce e di conseguenza anche il Taeg, a fronte di costi accessori di tipo fisso.

La ricerca del miglior prestito di 20 mila euro: fattibilità, economicità e facilità di accesso

Le banche e le società finanziarie hanno delle politiche di gestione del credito molto differenti tra loro, che però trovano una certa uniformità quando si concentrano su determinate cifre come il caso appunto dei prestiti di importo medio pari a 20 mila euro.

Per questa cifra sono previsti normalmente tempi di rimborso compresi tra i 5 e i 120 mesi e la possibilità di poter usufruire di strumenti di calcolo rata e valutazione della sostenibilità anche online (come ad esempio Findomestic o Agos).

E’ evidente che il miglior prestito non può prescindere dalle possibilità concrete di riuscire ad ottenere la somma di cui si ha bisogno e, per importi elevati come i 20000 euro, è impensabile riuscire nell’impresa senza garanzie o redditi dimostrabili (anche nel caso di prestiti finalizzati, che sono garantiti dal bene stesso oggetto di acquisto).

Esempi

La maggior parte delle banche e finanziarie propongono due situazioni limite: prestiti personali “normali” fino a 30 mila euro, e prestiti “maxi” over 30mila euro e fino a 75 mila euro. In alcuni casi si possono comunque trovare dei prodotti più specifici ad esempio:

  • Poste Italiane propone il prestito Prontissimo che arriva fino a 20 mila euro rimborsabili al massimo di 84 mesi;
  • Unicredit invece nella gamma Credit fa rientrare la somma di 20000 euro in ben tre tipologie differenti, ivi compresa quella del prestito di consolidamento debiti.

Migliori Finanziamenti