Prestito 15000 euro: consigli ed esempi pratici

Cosa bisogna valutare per scegliere il miglior prestito da 15 mila euro?

Quando si è alla ricerca di una somma intermedia di finanziamento le possibilità da valutare sono molte. Se infatti fino a qualche anno fa un prestito di 15 mila euro era la metà esatta dell’importo massimo previsto nel credito al consumo, oggi costituisce una somma mediamente tra le più richieste ed ancora lontana dalla soglia massima richiedibile, che è stata fissata a 75 mila euro.

Quello che non è cambiato nel corso del tempo sono le variabili legate alle politiche di credito dei vari istituti che incidono sulla rata soprattutto per le differenze sulle durate massime e sugli interessi applicati. Si devono inoltre considerare anche le forme di finanziamento agevolate, come per esempio l’ex prestito Inpdap, dato che 15 mila euro rappresentano una somma che rientra nelle varie casistiche o motivazioni per le quali si può richiedere.

Quali sono le varie possibilità?

Le banche sono solite abbassare il tasso di interesse applicato ai prestiti, a mano a mano che gli importi richiesti diventano più elevati (scelta che serve per compensare soprattutto il Taeg). Una somma che comincia ad essere considerata importante, tanto da farla rientrare nelle modalità di rimborso di medio-lungo periodo (ovvero nella categoria dei mutui non ipotecari), è proprio il prestito di 15000 euro.

Anche per tale ragione questa cifra viene offerta praticamente da tutte le banche e le finanziarie, con tempi minimi di rimborso che sono superiori ai 24-36 mesi. Ma come selezionare l’offerta più conveniente in base alle proprie necessità? La scelta tra le differenti proposte deve essere effettuata valutando con attenzione alcuni fondamentali fattori (durata, tasso, flessibilità) aiutandosi, eventualmente, anche con gli appositi tool online che forniranno simulazioni in grado di orientare a monte la nostra scelta.
La durata massima che viene offerta
Nel calcola rata online, se disponibile, si può valutare in tempo reale come vari l’importo della rata allungando o accorciando la durata del finanziamento. Se da una parte gli interessi da rimborsare aumentano con l’aumentare della durata, il tutto si compensa con una rata più sostenibile, che si riesce a pagare senza troppi sacrifici. Se si desidera valutare le proposte di società che non offrono la possibilità di effettuare simulazioni online (come ad esempio al 30 aprile Fiditalia o Pitagora), si possono ustilizzare i numerosi calcolatori indipendenti presenti sul web. Una valutazione di sostenibilità andrebbe infatti comunque sempre fatta.
soldi prestiti
Tassi di interesse applicati
A riguardo ci si deve concentrare sul Taeg e fare attenzione se ci sono o meno limiti legati a promozioni o situazioni simili. In molti casi ci potremmo infatti trovare a finanziamenti a tasso zero solo per quanto riguarda il Tan con Taeg che arrivano fino al 20% a causa di numerosi costi accessori come le spese d’istruzione pratica, di addebito od ancora legate alle comunicazioni periodiche.
Flessibilità
A parità di tasso alcuni prestiti sono più facili da gestire perché sono dotati di opzioni che permettono di affrontare eventuali problemi economici a causa dei quali si può avere la necessità di modificare la rata o sospenderla. I finanziamenti classici non hanno questo tipo di servizio, almeno nella maggioranza dei casi, mentre quelli classificati come “flessibili” offrono almeno un tipo di opzione. Ciascun istituto di credito potrà stabilire liberamente le modalità per usufruire di tali opzioni definendo in primis il numero di volte che tali agevolazioni possono essere utilizzate nell’arco del piano di ammortamento.

Tipologie di prestiti da 15 mila euro

La somma di 15 mila euro può rientrare in un prestito personale, ma anche finalizzato (soprattutto quando si tratta di un prestito auto), in un mutuo (sia di ristrutturazione che di acquisto o di liquidità) o in una apertura di credito assistita da titoli e investimenti, ed ovviamente nella cessione del quinto dello stipendio. In quest’ultimo caso si può sostenere che 15 mila euro rappresentano una somma ‘media’.
La sua natura molto versatile lo rende quindi utilizzabile per tanti impieghi (a partire da ristrutturazioni di un certo livello, acquisto di un’auto nuova, arredamento, efficienza energetica, ecc). Ribadiamo che per trovare la condizione più vantaggiosa bisogna spesso farsi fare più di un preventivo visto che, a volte, è possibile ottenere anche delle condizioni leggermente personalizzate (con un risparmio sui costi accessori).
Ovviamente visto l’importo ‘medio’, scegliendo un piano di ammortamento non eccessivamente lungo (dato che di norma la rateizzazione arriva fino a 10 anni), il monte interessi da restituire può essere considerevole a causa dell’applicazione dell’ammortamento alla francese.
Dal punto di vista della tipologia di prestiti personali richiedibili, questo importo, logicamente, non si presta per i prestiti veloci, mentre è una somma che comincia ad essere interessante per i prestiti di consolidamento debiti.
In ogni caso, a meno che non si abbia un reddito capiente in modo più che sufficiente rispetto alle rate da rimborsare, difficilmente viene erogato a coloro che debbano procedere ad una richiesta senza garante, a meno che non si scelga la via della cessione del quinto dello stipendio e, se necessario, del prestito con delega.

Esempi di prestito da 15 mila euro

Banca Unicredit
logo unicredit
La soglia dei 15 mila euro è ricorrente in tutta la serie di finanziamenti Credit Express offerti da Unicredit banca. Le condizioni di mercato sono variabili in base al momento in cui si procede alla richiesta, ed è prevista anche una soluzione specifica per il consolidamento debiti. Nel particolare, con la banca lombarda un prestito da 15000 euro è richiedibile con:

  • CreditExpress Dynamic;
  • CreditExpress Compact;
  • Cessione del quinto;
  • Prestito Smart Voucher;
  • CreditExpress Master ed ‘Ad Honorem’. (destinati entrambi agli studenti).

(Fonte: sito ufficiale Unicredit – Data: 30 aprile 2020)
Bnl
logo bnl
Anche Bnl propone varie soluzioni sia direttamente con In Novo, ma anche con società appartenenti al suo gruppo (Bnp Paribas), come Findomestic e Hello!Bank. Queste ultime rappresentano soluzioni ideali soprattutto se si preferisce la via dell’approccio online anziché il contatto in filiale.

Migliori Finanziamenti