Finanziamenti alle aziende: le possibili soluzioni

Iniziare una nuova attività, o riuscire a superare momenti di difficoltà dovuti a squilibri di cassa hanno in comune la stessa difficoltà: quella di ottenere dei finanziamenti a sostegno delle attività necessarie da compiere per poter entrare nella fese produttiva e di guadagno. Le risposte invece che provengono dal mondo dei prestiti normalmente si muovono in direzioni diverse a seconda delle necessità: nel caso dell’inizio di una nuova attività si può puntare alla richiesta di prestiti dedicati alle start up (soprattutto nel caso di finanziamenti ad imprese femminili e giovanili), provenienti in misura ridotta dal mondo bancario, mentre si ha una maggiore scelta nel caso di finanziamenti europei (soprattutto nel caso di quelli regionali). Invece per il fabbisogno di cassa la via più battuta è quella delle aperture di credito, anche se c’è la possibilità di richiedere dei prestiti specifici.

I finanziamenti alle imprese in fase start up

Una buona idea di per sé non offre sufficienti garanzie ad una banca per decidere di finanziarne la realizzazione. Per questo genere di prestiti sono, come accennato, infatti più accessibili quelli erogati tramite bando (a condizione che si posseggano i requisiti minimi richiesti), ed eventualmente quelli che rientrano nel microcredito.

Le aziende che ottengono con più facilità questo genere di finanziamento, sono quelle medie e piccole, comprese le ditte individuali (specialmente nel caso dei prestiti con microcredito). Alcune banche erogano prestiti anche direttamente, soprattutto se hanno degli accordi con le associazioni rappresentative delle imprese stesse, come ad esempio Unicredit e Bnl.

I finanziamenti alle imprese con necessità di liquidità

Questo genere di finanziamenti diventano più difficili da reperire sotto forma di fondi erogati tramite bando, in quanto raramente sono finalizzati al sostegno della struttura finanziaria, a meno che non si verifichi una situazione di particolare gravità (soprattutto nel caso di una calamità naturale).

Le banche sono abbastanza disposte ad erogarli, ma molto dipende dall’andamento medio della produttività realizzata nei periodi precedenti. Se la situazione è critica da un po di tempo, prima di rivolgersi direttamente a una banca, è meglio rivolgersi ad una associazione di categoria.

Esempi di finanziamenti per imprese

  • Banca Unicredit prevede una linea dedicata al settore agricolo (linea Agricoltura) ed una per gli altri settori, con soluzioni dedicate tanto alle start up (100 mila euro da restituire in 7 anni) che alla necessità di liquidità durante l’attività (con Celer Credit fino a 50 mila euro disponibili in 5 giorni).
  • Banca Intesa Sanpaolo per la gestione di liquidità prevede due possibili soluzioni: la Gestione Business e la Liquidità Business.

Approfondimento: prestito per aziende

Guida

Acquisto attività

Agevolazioni

Associazioni

Prestiti specifici per attività